Il Labirinto “Magico”. Un Rito per realizzare Un Desiderio

0 557

     Un potente Rituale, diverso, ma antico, la cui esistenza è comprovata in millenni di Storia, “disegnati”, “graffiati” o “costruiti” in tutto il Mondo.
Il Labirinto può essere “strumento” magico se usato in modo appropriato.
Chi per primo ne ha fatto uso e abuso è la Chiesa.

(agg.ato) Martedì 5 marzo ’19  h 10.57      

5 marzo 2019

 

Se Veramente volete ottenere perseverate! Labirinto Magico non per tutti, se non fortemente motivati

_____________________

10 ottobre 2010

     Il Labirinto più famoso è quello che si trova in Francia a Chartres e che propone,  il percorso del Labirinto come un sentiero Magico.
Nell’articolo segnalato, trovate tutte le informazioni Storiche per meglio comprendere quanto vi proponiamo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Cattedrale_di_Notre-Dame_%28Chartres%29

Il Rituale ripropone, rendendolo visibile, il percorso che avete intrapreso per raggiungere il vostro obiettivo. Quanto più sarete coinvolti nel riprodurre e percorrere il sentiero, altrettanta Energia sarà fornita al Rito, aumentandone il successo possibile.

Il Labirinto rappresenta il vostro mondo, le vostre difficoltà, … e vi aiuta a comprendere e superare origine degli ostacoli, sino a portavi al centro o a farvi uscire dallo stallo in cui vi trovate.

Alcuni esempi di Labirinto

  A                                      B                           C

A: sono presenti 2 aperture, entrata uscita; si sviluppa in un rettangolo; da utilizzare quando si deve scegliere o forzare una scelta.
B: sempre 2 aperture; si sviluppa all’interno di un cerchio; utile quando si deve applicare una strategia, un programma,…
C: simile ad A ma più articolato
——————————————————————

Occorrente:
1 Riproduzione del Labirinto (fotocopia, disegno, … Ingrandita di almeno 5 volte),
1 Foglio carta bianca
1 Matita,
Sale,
1 Candela bianca,
1 tazza d’acqua,
Fiammiferi di legno (da cucina)
1 Mela
1 coltello

Scegliete un luogo tranquillo dove sedervi per eseguire il rito, mettendo tutto l’occorrente davanti a voi.
Lavatevi le mani con il sale (come spiegato più volte in riti precedenti)
Con un fiammifero accendete la candela, ponendola davanti a voi
Concentratevi e sintetizzate in max. 6 parole il vostro desiderio/obiettivo
Scrivete le parole al centro del foglio
Ritagliate manualmente (senza forbici) il foglio, mantenendo solo la scritta
Prendete il coltello ed immergete la lama nel sale
Prendete la Mela e tagliatela a metà
Recuperate i semi neri separandoli da polpa e torsolo e posateli alla vostra sinistra

Prendete la copia (ingrandimento) del Labirinto e posatela davanti a voi
Osservate il Disegno per qualche secondo

Prendete un seme di mela, un granello di sale e posizionateli al centro del Labirinto
Prendete il foglio di carta con la scritta, piegatelo sino a renderlo piccolo quanto il polpastrello  del dito (mano sinistra) che userete per trascinare il foglietto lungo il percorso del Labirinto e posizionatelo al punto A.

Concentratevi sul vostro obiettivo e  VIA; iniziate a seguire il sentiero con il dito appoggiato sul foglietto
Se sbagliate o uscite dalle linee, RICOMINCIATE da Capo
Durante tutto il tragitto, mettete a fuoco il vostro desiderio, aggiungendo particolari

Arrivati al centro (punto B), aprite il foglietto, prendete granello di sale e semino, posizionateli al centro del foglietto e richiudete nuovamente il tutto

Mettete un pizzico di sale nella tazza d’acqua; prendete i semini rimasti e lasciateli cadere nella tazza;

Prendete il foglietto ripiegato con all’interno semino e granello di sale ed avvicinadolo alla  fiamma della candela dategli fuoco, lasciando cadere il foglietto incendiato nella tazza d’acqua (anche se bruciato solo parzialmente, va bene ugualmente)

Ultima Fase:
Prendete 2 pezzetti di mela, uno di ogni metà e mangiateli
Spezzate 12 fiammiferi all’altezza della capocchia colorata, uno alla volta (parte colorata), fatelo scivolare nella tazza nella tazza, immaginando che ogni volta aggiungete energia/forza al rituale perché vada a buon fine
Spegnete la candela con alcune gocce d’acqua.
IL RITO è CONCLUSO.

La tazza potete svuotarla nel wc avendo l’accortezza di mettere un pizzico di sale prima e dopo
La candela è riutilizzabile
La mela dopo averla intina nel sale nelle due parti, va gettata
Il Labirinto potete conservarlo e riutilizzarlo per altri Rituali.

——————————————————————–
Il Labirinto, il percorso, il centro del disegno, sono simboli in diversi culti anche antichissimi; tutti sembrano indicare che il percorrere il tracciato nei due sensi, aiuti a realizzare e concludere, un progetto di vita materiale o spirituale.
http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Labir_chiese.htm

Religione Indù, Indiani Hopi,… sono solo alcuni esempi, di chi nei secoli ha preservato il Labirinto ed i culti ad esso legati.
Nel sito indicato, è presente anche un video di Voyager che introduce Storia e l’Uso dei labirinti. Racconta di Alatri (Lazio) e dei Templari, oltre al Labirinto scoperto recentemente, unico al Mondo perché al centro è raffigurato Gesù.
http://www.luoghimisteriosi.it/lazio_alatri.html

Anche in questo caso si sottolinea il valore che acquisisce il Labirinto alsoggettoche lo realizza  o lo riproduce.
” … I labirinti non hanno solo simboli religiosi. Nel Medioevo i costruttori hanno collaborato con gli uomini di Chiesa: alcuni monaci erano essi stessi costruttori. Su molti labirinti figurano i disegni o i nomi degli architetti, come a Reinis. Vi si può vedere un’iniziazione artigianale: è il cammino dell’apprendista verso il maestro di bottega. I labirinti sono il marchio dei loro costruttori, come gli strumenti, compassi e squadre scolpiti sui capitelli. Infine, viene in mente Arianna che dà il famoso filo. Chi lo perde è perduto. Il mito dice anche che Arianna offre una corona a chi ha visto il segreto del labirinto. Allo stesso modo, i costruttori del Medioevo hanno affrontato un certo numero di prove, sia spirituali sia materiali, e il labirinto ne è il risultato. E la rappresentazione del cammino percorso, delle difficoltà superate, del centro ritrovato. …”
http://www.siciliacristiana.eu/Rassegnastampa_pisa/chi_07.htm

I Labirinti riprodotti nei giardini più prestigiosi.  Volersi assicurare un buon esito alle proprie aspettative, creando un Labirinto con le siepi, era diventata consuetudine dei Ricchi del passato
http://www.trafioriepiante.it/infogardening/poltrona/UnMitoUniversale.htm

” Il simbolo del labirinto
Il labirinto è un enigmatico simbolo ricorrente in maniera universale presso moltissimi popoli antichi: un percorso intricato che indica un viaggio iniziatico all’interno di un mondo in miniatura. …”
http://iconografia.archart.it/labirinto.html

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.