Luna? Ancora tutta da scoprire – Oltre le bugie!

0 194

Vero o Falso? Sicuramente possibile! Luna ed i suoi tanti misteri irrisolti, Troppi!  Luna, 20 Luglio 1969.
Due uomini, si concedono una breve passeggiata sul suolo del nostro satellite, il terzo è rimasto ai comandi della navetta.
Ma sappiamo veramente cosa accadde prima,
dopo e durante quello storico Viaggio?

(agg.ato) Martedì 14 maggio ’19  h 09.33

.

14 maggio 2019

Una “talpa lunare“, cioè una macchina in grado di scavare tunnel sulla Luna, in vista della costruzione delle future colonie.

«Sulla Luna gli astronauti dovranno essere protetti da radiazioni, rigide temperature e meteoriti», ha detto Jamal Rostami, direttore dell’Istituto di meccanica terrestre della Colorado School of Mines, al World Tunnel Congress che si è svolto a Napoli. Alla luce di queste considerazioni, «la nostra idea – ha spiegato – è costruire la base nel sottosuolo lunare, usando una macchina per scavare tunnel». Non sarà un compito facile per diversi problemi, a partire dalla geologia lunare.

https://www.ilmattino.it/tecnologia/aerospazio/luna_talpa_basi_sottosuolo-4488857.html

 

http://www.meteoweb.eu/2019/05/luna-colonizzazione-talpa-lunare-per-scavare-tunnel-sotto-superficie/1261706/

________________

20 luglio 2017

Stiamo “andando” su Marte, ma siamo ancora dubbiosi di essere arrivati sulla Luna! Unica cosa certa è che come al solito, non sappiamo Verità ma squarci di realtà spesso modificata; che i morti per o nello spazio sono tanti; gli esperimenti sono andati ben oltre le piantine, la cagnolina Laika, … molti sono stati sacrificati per la scienza, l’umanità, ed altre ipocrisie. MaH !!!

________________________________________________________

10 aprile 2009

Astronauti al lavoro, sotto lo sguardo attento di milioni di persone   “Questa è la diretta più famosa della storia; radio, Tv e radioamatori, trasmettono l’evento in diretta e vengono seguiti da milioni di persone  in tutto il Mondo.
Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins, sono i primi astronauti che eseguono un allunaggio e ritornano Vivi sulla Terra.”

Ma sono veramente i primi esseri viventi a posare il piede sulla Luna?

Da quel giorno l’Umanità intraprese un nuovo percorso, verso le Stelle più lontane, ma il passato è lastricato di tombe, morti assassinati, con l’aggravante dei futili motivi (direbbe un giudice!)
Uomini senza nome, senza storia, senza volto,…

Russi e americani, più che nella corsa verso la Luna, gareggiarono nel chi meglio raccontava “palle” spaziali, nascondeva incidenti e cadaveri, insabbiava avvistamenti Ufo e simili.
Una conquista o una grande sconfitta per l'essere umano?
Girando in rete ho trovato questo articolo che definisco “curioso”, originale, interessante, ma anche terrificante!
http://radiolawendel.blogspot.com/2007/06/cosmonauti-sovietici-un-commento-da.html

E se fosse Tutto Vero? In quel caso la Storia che noi conosciamo sulla conquista dello spazio, andrebbe completamente riscritta, molti dei comandanti di allora, politici, militari e scienziati andrebbero messi sotto processo e condannati, senza appello, in modo da escludere la perpetrazione dei reati, eventualmente rilevabili e presumibilmente commessi.
Il 20 – 21 Luglio, non sarebbero date per cui festeggiare, ma solo da ricordare con un’umile e pietosa preghiera per le stragi commesse, in nome della scienza.

Fantasmi dello Spazio – Stessa notizia, ma “numeri” differenti!
Una delle tante notizie nascoste, stravolte, smentite, occultate,…
I fatti: 24 Ottobre 1960. Base spaziale di Bajkonur (Kazakistan).
Oltre 200 tra tecnici, operai, militari e personale civile, era in attesa nel piazzale circostante la rampa di lancio, per assistere alla partenza di un razzo, sempre incluso nel programma spaziale per la conquista della Luna.
Ma accadde l’imprevisto. Il razzo si accese prematuramente, altri dicono che scoppiò, generando l’Inferno.
Per avere la conferma della tragedia ci vollero anni ed ancora oggi non si conoscono causa e numero delle vittime.Bajkonur (Kazakistan) Base spaziale in cui avvenne il disastro

Quanto segue, sono solo due esempi delle “incertezze” che ancora “pesano” sulla coscienza dei sopravissuti, dei loro figli e di quanti hanno contribuito ad offuscare anima e pensiero di governi e popoli.

1. – … Centinaia di vittime furono provocate dall’esplosione di due razzi N1, ma gli incidenti non erano stati resi noti al pubblico all’epoca. Molte persone considerano la catastrofe di Nedelin del 1960  il peggior disastro dell’esplorazione spaziale, quando il razzo R-16 si accese prematuramente mentre era ancora sulla rampa di decollo.
La tossicità del combustibile e il fuoco uccisero quasi tutte le persone che erano attorno al razzo in quell’istante (con l’eccezione del progettista Valentin Glushko e alcuni suoi assistenti). –

2. – … Il 24 ottobre, la programmazione subì un forte rallentamento ed una serie di spostamenti di termini a causa di una catastrofe.
Un missile intercontinentale del tipo R-16, allora la nuovissima invenzione dell’impianto di produzione OKB Jangel, esplose sulla rampa di lancio del cosmodromo di Baikonur.
L’inferno causò la morte di oltre 200 dipendenti, tra cui i maggiori esponenti e specialisti della tecnica spaziale, primo fra tutti il responsabile delle truppe di missili strategici il maggiore generale Nedelin, uno dei maggiori sostenitori di tutto il programma spaziale. Non solo la sua morte, ma la perdita di tutto il personale lasciò un vuoto che dovette essere colmato, con le menzogne e con il silenzio –

3. – … Il 26 ottobre del 1960 al cosmodromo di Bajkonur sulla pista di lancio esplose e bruciò un missile balistico intercontinentale R-16 che si preparava per un ennesimo esperimento. Morirono tra le fiamme 92 persone tra cui il Comandante in capo delle truppe missilistiche, il maresciallo d’artiglieria Mitrofan Nedelin. Di questo allora si parlò poco. E chissà forse l’eco di quella tragedia diede il motivo ai fratelli Judica di parlare di “molte vittime nascoste”.

Ma i misteri sono inesauribili, come la nostra curiosità.
Chi non crede agli alieni spesso agita l’alibi della mancanza di documentazione, foto, video, audio,…

Eppure oltre alle testimonianze di persone attendibili, quali possono essere studiosi, poliziotti, militari, oltre ai civili, ccme non credere alle immagini riprese dagli astronauti in varie missioni?
http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/nu07_01i.htm
Ufo fotografato dagli astronauti
http://mondomistero.altervista.org/UFO_apollo.htm

E’ possibile che la “frenata” data ai programmi spaziali sia dovuta alla conferma che gli Ufo esistono e che i governi non si sentano ancora pronti ad affrontarli?
Chi sarebbe disposto a credere che Russia, America e “amici”, abbiano rallentato la corsa per rispetto alle vittime dello spazio?
La risposta, putroppo, è scontata!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.