UFO giugno tra Caldo, Alieni e Sorprese

Ufo gli avvistamenti continuano anche a giugno

0 74

UFO giugno tra Caldo, Alieni e Sorprese. Inizia con diversi avvistamenti lungo tutto lo stivale. Video e segnalazioni, favoriti anche dal meteo clemente, aumentano.

.(agg.ato) Mercoledì 27 giugno ’18  h 07.58

27 giugno 2018

.

.     UFO, i visitatori “extracomunitari” pressano ai confini “spaziali”

.    –   “Il silenzio sugli Ufo deve terminare”. Così l’astronauta americano Edgar Mitchell, ha dichiarato in una recentissima intervista su Bloomberg. L’eroe americano che detiene il record di di passeggiate sul suolo lunare, non è nuovo a simili esternazioni e non è il solo astronauta ad averlo fatto, essendo in buona compagnia anche con i rivali ex cosmonauti sovietici. La cosa nuova è che per la prima volta Mitchell tira in ballo uno dei problemi centrali della questione Ufo, se non il principale. “C’è una enorme quantità di denaro in ballo”.
Il ragionamento è molto semplice. Visto l’enorme gap tecnologico tra i nostri velivoli e gli Ufo, certamente, chi venisse in possesso di eventuali tecnologie “particolari”, nel caso poi riuscisse realmente a comprenderle e svilupparle, deterrebbe una supremazia mondiale sulle altre economie, basate sulle residuali energie fossili o nucleari. Per questo Mitchell cita il caso Roswell, del luglio del 1947, ricco di incredibili contraddizioni ed omissioni e testimonianze dove dalla sera alla mattina la presunta caduta di un disco volante, annunciata a mezzo stampa e via radio al mondo viene frettolosamente trasformata in esperimento militare fallito del Progetto Mogul, pallone atmosferico per il monitoraggio delle attività atomiche dell’Unione Sovietica. Come se il miglior personale militare statunitense di stanza nella base militare di Wright Patterson, dove era allocata l’unica squadriglia di bombardieri per il trasporto di bombe nucleari esistente al mondo, non fosse in grado di distinguere la differenza tra un pallone sonda e una struttura volante precipitata a terra di origine non terrestre. –

.

_______________________

20 giugno 2018

 

.     Ho ripreso l’articolo perchè sembra ci sia stato altro avvistamento simile, ai primi di giugno, poi velocemente smentito da stampa governativa

.      Quanto segue è la traduzione di articolo pubblicato da referenti russi

L’incidente UFO di Voronezh è un avvistamento UFO segnalato a Voronezh , cittadina dell’Unione Sovietica , il 27 settembre 1989.
L’episodio a cui hanno assistito un gruppo di bambini, oltre a membri della comunità locale adulti, compresi i dipendenti pubblici di un ufficio adiacente

Il racconto delle persone coinvolte, è stato riportato dall’Agenzia Telegrafica dell’Unione Sovietica (TASS), parlava di un gruppo di bambini che avevano notato, mentre giocavano, una piccola palla volante librarsi nel parco, che rapidamente si trasformò in un disco, che atterrò vicino a loro.
I testimoni poi hanno riferito di un “alieno con tre occhi” e un robot che stava uscendo dal disco. L’alieno fissò uno spettatore inorridito e spaventato, bloccandolo sul posto, prima di partire e tornare cinque minuti dopo per rapire un ragazzo di 16 anni, usando quello descritto come la canna di una pistola lunga c.ca 50 cm.

Sebbene i bambini fossero gli unici ad avere il coraggio di sostenere di essere stati testimoni degli alieni, il tenente Sergei A. Matveyev della stazione di polizia del distretto di Voronezh ha affermato di aver visto lo strano oggetto volante. Il ministero dell’Interno ha detto che avrebbe inviato truppe nell’area in caso la nave dovesse riapparire.

Rapporti

Il 17 settembre 1989, il TASS riferì che un corrispondente aveva parlato a “10 o 12 giovani” che sostenevano di aver visto il disco volante . L’articolo originale citava il dott. Silanov, del laboratorio geofisico di Voronezh , che confermava la posizione dell’atterraggio usando la biolocalizzazione .
Silanov ha negato di aver mai fatto una simile osservazione o di aver condotto un simile esperimento.
Il rapporto è stato il più pubblicizzato di una serie di affermazioni UFO fatte dai media ufficiali del governo, e sono stati promossi come parte della nuova “apertura” del governo. Si è notato che, a differenza dell’America, gli esseri denunciati erano completamente apolitici e non parlavano nemmeno durante la loro “visita”. Subito dopo il presunto incidente, hanno iniziato a comparire centinaia di rapporti sugli UFO, con un giornalista della Komsomolskaya Pravda che sosteneva addirittura di avere un’intervista esclusiva con esseri alieni della Stella Rossa. La migliore manovra per affossare la notizia reale, era annegarla in un mare di notizie false.

A tal fine, la Commissione scientifica sovietica ha ordinato un’inchiesta ufficiale sul presunto incidente. Nell’area è stata rilevata una presenza sopra la media di cesio isotopo radioattivo, il vice-rettore dell’Università di Voronezh ha rapidamente liquidato il fatto come “normale” e quindi inutile proseguire le indagini.

.

Subito dopo il presunto evento, solo Sovietskaya Kultura e TASS hanno tentato di continuare le indagini, rendendole pubbliche e presentandole come non-fiction, con il giornale comunista ufficiale che difendeva la sua decisione, dicendo: “La copertura è stata motivata dalla” regola d’oro “di giornalismo: il lettore deve sapere tutto. ”
Al giornale è stato più volte chiesto se il rapporto fosse uno scherzo ed è stato ripetutamente assicurato che non lo fosse.

La descrizione dell’incidente era molto simile alle storie apparse sulla rivista americana Saga , ma i giornalisti del TASS hanno affermato che i testimoni “probabilmente non l’hanno letto”.
Al di fuori della carta stampata, gli Stati Uniti hanno anche inviato una squadra per indagare e riferire sull’evento.

In un lavoro pubblicato dall’Industria socialista, poco dopo i fatti legati all’incidente, uno specialista UFO non conosciuto se non negli ambienti politici, affermò che i segni lasciati dal supposto atterraggio erano semplicemente segni di bruciatura da una balla di fieno bruciato.
Curiosità e desiderio di verità, bruciarono insieme al supposto fieno causa del bagliore e alieni “visti” dai testimoni. La conclusione accettata anche dagli americani favorevolmente, nulla sarebbe emerso e si sarebbe continuato a vagare nello spazio Vuoto, per decisione dei Mega Esperti.

.     http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1989/10/10/gli-ufo-sono-sbarcati-in-urss.html

.

_________________

17 giugno 2018

.

.

 

 

 

 

 

 

 

 

” … Una nube di satelliti artificiali, molto simile a quella che ormai circonda la Terra: anche se al giorno d’oggi è ancora difficile intercettarla, in un futuro non lontano potrebbe essere alla portata dei telescopi di nuova generazione …

.     http://www.meteoweb.eu/2018/06/alieni-civita-satelliti-artificiali/1110596/

_________________________

.11 giugno 2018

.

.Un “forte bagliore emanato da un oggetto non identificato che si è poi allontanato alla vista di due aerei probabilmente militari”. Sarebbe questo quanto accaduto nei cieli sopra Corio in base a quello raccontato da alcuni residenti del paese tra il Canavese e le valli di Lanzo. Il fatto si sarebbe verificato il 6 giugno alle 21

.     http://www.quotidianocanavese.it/cronaca/canavese-ufo-e-caccia-a-bassa-quota-c-e-anche-una-denuncia-17431

_______________________

.

Il miliardario russo Yuri Milner ha annunciato che investirà cento milioni di dollari in dieci anni per realizzare il più grande progetto mai tentato nell’ambito del programma SETI, Search for ExtraTerrestrial Intelligence.

L’annuncio è stato il 20 luglio 2015 a Londra nella prestigiosa sede della Royal Society. Il progetto, che si chiamerà “Breakthrogh Listen”, utilizzerà i radiotelescopi di Green Bank in West Virginia (Usa), di Parkes in Australia (foto) e il Lick Observatory di San José in California. Obiettivo: “ascoltare” almeno un milione di stelle nella Via Lattea e un centinaio nelle galassie più vicine con la speranza di captare un segnale artificiale.
Milner ha già coinvolto nel progetto numerosi scienziati di primo piano a cominciare dal fisico Stephen Hawking. “Passeremo da 24-36 ore di ascolto SETI all’anno a migliaia di ore con i migliori strumenti disponibili”, ha detto Andrew Siemon, uno dei leader del progetto. E Hawking, presente al lancio presso la Royal Society: “Non c’è interrogativo più grosso di quello sull’esistenza di alieni intelligenti. Nell’immensità dell’universo deve esserci altra vita.”

.https://www.corriere.it/esteri/15_luglio_20/nuovo-programma-ricerca-extra-terrestri-londra-hawking-ecf0c29a-2f04-11e5-820a-d82a668b1363.shtml

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.