ANUNNAKI – UFO – Terrestri – Solo una bella Favola o …..?

Anunnaki popolo fiabesco o reali nostri antenati

0 27

Anunnaki erano nostri avi, quale popolo delle stelle giunto a noi a seguito tribolazioni vissute, in cerca di oro e nuova vita sul nostro pianeta?

(agg.ato) Lunedì 18 novembre ’19  h 11.47

.

18 novembre 2019

Sumeri, millenni fa, avevano già descritto il Sistema Solare completo, con al centro il Sole, e che includeva Urano, Nettuno e Plutone, e un pianeta in più… Nibiru, fra Giove e Marte. I Sumeri, quindi, prima di Copernico, di Gallilei e anche della NASA, sapevano l’esatto componimento e funzionamento del Sistema Solare. Se pensiamo che fino alla pubblicazione del trattato De revolutionibus orbium coelestium di Nicola Copernico, avvenuta nel 1543, la scienza ufficiale era convinta che il Sole, la Luna e tutti gli altri pianeti ruotassero intorno alla Terra, e che la Chiesa Cattolica, condannò Copernico come eretico per tale pubblicazione.

Che Urano venne scoperto solo nel 1781, Nettuno nel 1864 e Plutone, il pianeta più esterno del nostro Sistema Solare, venne scoperto solo nel 1930. Che i satelliti della NASA, negli anni ’70, ci hanno consentito di osservare i pianeti a noi più vicini e fu solo nel 1986 e nel 1989 che la sonda Voyager 2 sorvolò a distanza ravvicinata Urano e Nettuno, confermando le caratteristiche di questi pianeti così come i testi sumeri con grande precisione li avevano descritti. E che perfino gli anelli di Saturno, scoperti solo nel 1659, erano già descritti da un sigillo cilindrico assiro. Allora, come facevano i Sumeri a conoscere tutto ciò, molti milleni prima di noi? Molto probabilmente grazie agli Anunnaki, coloro che dal Cielo scesero sulla Terra…

https://anunnakitranoi.blogspot.com/2010/06/sumeri-e-il-sistema-solare-prima-di.html

________________

16 novembre 2019

Continuiamo quel percorso anomalo ma veramente rivelatore di nuove scoperte per dare senso alla comparsa dell’uomo sulla Terra. Ascoltate con attenzione video proposti in sequenza, per smantellare credenze e preconcetti . Per essere liberi di  pensare, ragionare e ricercare risposte non incanalate da Super Esperti politicizzati o finanziati da governi …

Il Prof.Marco Ragusa,Professore associato di Biologia applicata [BIO/13]
Sezione di appartenenza: Biologia e Genetica,spiega come sia controversa ed ancora in buona parte sconosciuta l’evoluzione del genere umano e come siano impossibili alcune mutazioni escludendo a priori un intervento”esterno” ?

________________

15 novembre 2019

 

La storia dell’uomo su questo pianeta ha ancora molte cose da “raccontare” a chi vuole veramente ascoltare e capire

Ma capire  se evitiamo stress da “like o mi piace” perdendo troppo  tempo su Facebook e simili. Ritornando alla ricerca di emozioni, sana andrenalina che scorre se alimentata da entusiasmo

Per provare a capire CHI siamo, da DOVE proveniamo, COME siamo modificati nel corso dei millenni; QUANDO è iniziata la storia di vita dei terrestri; PERCHè nascosta, modificata, resa spesso stupida nella ricostruzione, …

Uomini giganti sarebbero esistiti prima di noi, lo afferma il mito e prove archeologiche ne fanno supporre l’esistenza.
Essi sono sia gli evoluti costruttori dei siti megalitici, sia i brutali esseri narrati dal mito (mito del gigante Golia, mito greco di Polifemo, miti del Nord Europa etc.).

E’ importante non confondere gli uni con gli altri (nel video questo non è spiegato bene). Si parla comunque di tempi antidiluviani, di quella storia dell’uomo non ammessa dalla scienza ufficiale. Tempi davvero immemorabili, se resti umani sono possono essere fatti risalire a 265 milioni di anni fa. Uomini giganti possono essere i progenitori di molte razze di “umani”, tra cui gli uomini contemporanei.

La razza dei giganti rimasti allo stato brutale si è estinta, come i dinosauri, l’umanità attuale è sopravvissuta e si è evoluta, resta da scoprire dove siano oggi coloro, evoluti molto più di noi, divennero i costruttori dei siti megalitici, di cui noi adesso non solo ammiriamo l’imponenza, ma la bellezza e il collegamento con il cosmo e le stelle.
Questo video è realizzato con una serie di informazioni scelte da una trasmissione di Voyager.

Ci sono molte cose che alcuni non possono capire ed altri non meritano di conoscere

“Stiamo nascondendo la verità sui progenitori dell’umanità,i nostri antenati, i giganti che popolavano la terra come ricordato anche nella Bibbia e nei testi antichi del mondo».

https://gaetaniumberto.wordpress.com/2016/10/25/perche-vennero-distrutti-gli-scheletri-dei-giganti-e-insabbiate-le-loro-scoperte/

ANUNNAKI IL FILM VIETATO. Poteva essere il film evento che avrebbe rivelato le vere origini dell’essere umano. Forse avrebbe potuto cambiare la storia dell’umanità. Un film rivoluzionario e molto scomodo che non è mai giunto al suo compimento. E’ stato censurato, nascosto, vietato e cancellato.

Gli Anunnaki risalgono alla mitologia sumerica, così come noi nella nostra sentiamo più vicina quella greca (Zeus, Apollo, Era, ecc) ed erano l’insieme degli dei sumeri, più tardi anche della tradizione assiro – babilonese. Li definisce il termine Anunna, reso poi in akkadico come Anunnaki/Anunnaku e costituivano un’assemblea con a capo An, il dio del cielo. Tale assemblea era composta da sette supremi, di cui facevano parte i quattro principali dei creatori (An, Enlil, Enki, Ninhursag), con l’aggiunta di Inanna, Utu e Nanna e di 50 dei minori, detti anche Igigi.
Così come noi li intentiamo, sono quindi degli dei appartenenti a ciò che noi chiamamo Mitologia, ma se è vero che molte corrispondenze della mitologia si trovano in dei come Zeus e in luoghi come Atene, è molto probabile che l’interpretazione di Zecharia Sitchin possa avvicinarsi a una versione corrispondente se non medesima a quello che sono stati gli Anunnaki.
Sitchin diceva che gli Anunnaki, che vengono definiti dei, sono alieni provenienti dal Pianeta Nibiru, e a loro è attribuita con molta probabilità l’evoluzione veloce dell’uomo e, in particolare, della civiltà sumerica. Quando il pianeta Nibiru giunse nel punto della sua orbita più vicino alla Terra fu inviata una prima spedizione di esseri viventi capeggiata da Enki, un nome che ricorre spesso nella mitologia dei Sumeri. I luoghi scelti furono la Valle del Nilo, la Valle dell’Indo e la Mesopotamia.
E’ raro sentire parlare dettagliatamente della civiltà Sumera, nonostante questo popolo abbia lasciato una chiara traccia della fonte della loro elevata conoscenza. Sono state ritrovate decine di tavolette di argilla e in esse si parla di una storia accaduta 240.000 anni fa, ovvero in quella fascia di evoluzione dell’uomo collocata nell’ “Età dell’Oro”. E’ impressionante vedere la descrizione di queste tavolette del sistema solare, dei pianeti, sia dal punto di vista numerico che dal tipo di ambiente (nonchè dal fatto che descrivessero i pianeti in modo sferico, nonostante il resto del mondo abbia creduto che la terra fosse piatta fino prima della scoperta dell’America.)

Tutto comincia nel 1849, quando Sir Herry Layard coronò il suo sogno di archeologo, riportando alla luce Ninive, capitale dell’Assiria. in quelle rovine furono ritrovate 25000 tavolette di argilla, nonchè la Biblioteca del re assiro Assurbanipal. in queste tavolette sono contenute informazioni di importanza vitale per quella civiltà scomparsa.
Gli scavi che seguirono fecero riaffiorare città quali Lagash, Nippur, Shuruppak, Ur, Eridu, città vere e proprie , ma attribuite alla mitologia così come noi lo ritenevamo per le città dei nostri “dei greci”; quindi stiamo parlando della solita questione, in cui il tempo cancella le tracce delle cose e il tutto viene relegato dai secoli in uno scenario mitico.
Libri molto importanti sono venuti alla luce tra cui “L’epica di Gilgamesh”, “Il Libro di Enki”, “Atra Asi” e tavolette di argilla per centinaia di migliaia contenenti informazioni relative alla conoscenza davvero rilevanti. Dagli studi su questi reperti pare che la civiltà Sumera sia apparsa sui luoghi mesopotamici dal nulla, a un tratto.
La loro scrittura cuneiforme, la conoscenza cosmogonica e cosmologica che avevano, rende veramente complesso l’enigma da risolvere circa la loro natura, perchè sono un caso isolato a confronto di civiltà con forme di prescritture totalmente diverse, per non parlare del tipo di conoscenza posseduta.
Insomma, esistono i reperti, e anche dalle tavolette in cui venivano raffigurati i pianeti, ben 240.000 anni fa, perciò gli Annunnaki effettivamente sono esistiti, affermare il contrario è voler non vedere l’evidenza dei fatti.

 

continua …..

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.