Anni 2012 – 2013, verso la fine del Mondo o inizio di una società diversa? Catostrofi previste, rimedi possibili,…

0 65

Tempeste solari, fine del mondo o vita diversa?  Anni 2012 – 2013, verso la fine del Mondo o inizio di una società diversa? Catostrofi previste, rimedi possibili,…

  Se il 2012 è indicato come anno delle catastrofi che cambieranno il Mondo, il 2013 sembra sia l’anno che segna la fine della civiltà moderna che si basa sulla tecnologia, computer, cellulari, elaboratori, satelliti,… tutti soggetti alle tempeste solari previste in quella data (2013), talmente potenti da “spegnere” il nostro mondo, per come lo conosciamo oggi.

                          {loadposition promo_contenuti}

  E’ stato istituito d’urgenza il Forum sul Clima solare a Washington di cui la NASA è coordinatrice, anche se opera nell’ombra, per affrontare il problema.

  Il 2013 viene definito come l’anno dalle “manifestazioni” catastrofiche a causa delle tempeste solari.L'universo intaro sta entrando in una nuova fase
Qualcosa di simile  accade già nel 1859 quando l’intensa attività del sole "spense" completamente le vie di comunicazione negli Stati Uniti e in Europa.
Non paragonabili a quelle attuali, infatti le conseguenze furono limitate e quasi nessuno se ne accorse. Recentemente fine anni ’80 e ’90 il Sole divenne protagonista nuovamente, per le sue “macchie” troppe o troppo poche, le tempeste magnetiche, e varie anomalie di cui si parlò molto per alcuni giorni, per poi dimenticarsene e relegare  informazioni e rischi reali, in trafiletti da ultima pagina nei quotidiani.

  Per “svegliarsi” la NASA ed altre istituzioni governative di quella portata, indica che oltre alle comunicazioni normali, quali telefoni e internet, sono a rischio tutti quei sistemi o apparati che garantiscono la sicurezza internazionale.  

  “…Ma come mai accadrebbe tutto questo? La colpa, se così la si vuole chiamare, è del sole e della sua "fase attiva": durante tale periodo la nostra stella può generare tempeste magnetiche più o meno potenti che vanno ad impattare con il campo magnetico terrestre e possono mettere fuori uso i satelliti, minacciare la sicurezza per gli astronauti e, come previsto per il 2013, distruggere i sistemi di telecomunicazione e quelli di distribuzione dell’energia. …”
elettricità, comunicazioni, satelliti, ... tutti subiranno gli effetti della maga tempesta solare
  Lo scenario previsto è simile a quelli visti in tanti film anni ’90, ove inizialmente i telefoni risultano disturbati, la corrente elettrica ha sbalzi di potenza, i semafori vanno in tilt, gli ospedali e le sale operatorie subiscono il blakout, radio e tv ammutoliscono, le pompe di carburante non funzionano, anche la distribuzione di acqua potabile subirebbe danni, idem il riscaldamento nelle case,… ogni tecnologia sarebbe in balia delle “eruzioni solari” e delle sue tempeste.
  Non essendo un evento naturale, il tutto accadremmo simultaneamente in tutta la Terra, portando il nostro pianeta al caos totale. L'acqua, il vero "Oro" del domani

  Non potendo “fermare” la catastrofe, gli studi suggeriscono di limitare i danni informando i cittadini ed insegnando a loro modi alternativi di vita.

  Un esempio? Vivere con acqua razionata (alcuni paesi della Sicilia, potrebbero insegnare a molti, vivendo già da anni con acqua razionata dalle cosche malavitose!), significa evitare gli sprechi anche nelle banalità.
  Lavarsi i denti usando solo un bicchiere d’acqua, invece dei 30 litri che scorrono nel lavandino solitamente; scolare la pasta e con la stessa acqua lavare poi i piatti; lavare la frutta e la verdura, conservando poi l’acqua per bagnare i fiori; per la doccia bagnarsi, chiudere il rubinetto, insaponarsi e riaprire l’acqua solo per sciacquarsi.
  Imparare a crearsi scorte d’acqua potabile, dalla fonte per chi ha sorgenti vicino casa, o acquistando al supermercato la quantità mensile di volta in volta; raccogliere l’acqua piovana chi ne ha la possibilità;…
abbiamo le conoscenze e gli strumenti per ridurre i danni, applichiamole
  Il riscaldamento nelle case, andrebbe rivisto con le nuove emergenze.
  Chi può economicamente dovrebbe ristrutturare la casa inserendo porte e finestre ultima generazione, per il risparmio energetico, idem per l’isolamento termico interno, … insegnare come mantenere temperatura costante all’interno delle case sfruttando vecchi sistemi ed adattandoli alle moderne strutture. Un esempio sono i “fori” visibili in castelli e case vecchie, che servivano per correnti d’aria all’interno delle stanze, rinfrescando gli ambienti d’estate, ma che si potevano chiudere d’inverno.

  Limitare l’uso del frigorifero, imparare a conservare gli alimenti ripescando tradizioni culinarie secolari, dalla conservazione sotto sale delle carni, alle confetture (marmellate, succhi,…), per gli adulti tutti i frutti conservati sotto spirito o grappa; …

                       {loadposition promo_contenuti}  

   Visione poco poetica è quella di essere sommersi dalla “m….” o “popò” causa dell’arresto dello smaltimento di rifiuti, gestione delle fogne, … come intervenire per ridurre i rifiuti se non ridimensionandone la produzione?
  Il riciclo non è sufficiente, ottime le soluzioni di usare lo stesso recipiente per più funzioni tra cui la ricarica dello stesso prodotto. …

  Anche il gas ed affini diventeranno beni ed agi da conservare. In cucina adottare le pentole a castello, già reperibili in centri commerciali, così da usare un unico fornello per cucinare più pietanze, evitare di impostare il termostato a palla del proprio riscaldamento, cambiando le diete drastiche che portano a soggetti deboli la percezione del freddo in modo più acuto ad un’alimentazione più “umana” che rispetta i cicli di vita: in estate formaggi ed insalata, in inverno grassi e simili.

  Questi sono suggerimenti grezzi, ma utili per innescare la riflessione.
Non sarà un'imprevisto, è una previsione, non fatta da maghi ma da scienziati
  Non gettare una carta, un mozzicone di sigaretta, instrada; diminuire il numero degli scarichi dello sciacquone del wc; riprendere a comunicare scrivendo lettere che il postino recapiterà, … sembrano  suggerimenti anacronistici, eppure gli scienziati solitamente influenzati dai vari governi a non allarmare i cittadini, questa volta sono molto concordi nel dire che la Terra sta andando incontro a cambiamenti radicali e che la società dovrà adattarsi.

    “Fate vobis!”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.