TUNGUSKA : la foresta pietrificata dal tempo

0 430

Alberi abbattuti dall'esplosio avvenuta a Tunguska1908, 30 Giugno h.07.15 Martedì

Un sordo boato, una luce accecante, un vento fortissimo e tremendamente caldo,… il cielo che si spacca, un’onda che passa sotto i piedi, che sposta cose e persone per metri, sbalzandole da terra e sollevandole anche di mezzo metro,…
Tunguska, località della Siberia diventa teatro di una delle più grandi esplosioni avvenute sul nostro pianeta.

(agg.ato) Maertedì 11 dicembre ’18  15.37

 

11 dicembre 2018

 

Descritta come l’esplosione naturale più grande della storia: l’evento di Tunguska, nel 1908 in Siberia ancora oggi è avvolta da dubbi, fandonie, tesi contrastanti ….

__________________

Il fenomeno era stato preceduto da strani bagliori nella notte, accompagnati da suoni non identificati, che incuriosirono gli abitanti della zona, ma che non li allarmò.

Alcuni numeri per Capire la portata dell’eventoFoto scattate in una delle tante spedizioni (1928) e che alcuni mettono in dubbio
2.150 chilometri = area interessata dall’esplosione
60.000.000 = alberi abbattuti
1.000 chilometri = distanza che percorse il fragore dell’esplosione
500 chilometri = distanza a cui era visibile la nube di fumo
15 megatoni (60 petajoule) = risultato calcolo della potenza dell’esplosione

A 600 chilometri dal centro dell’esplosione, alcuni treni ebbero Efetto dell'esplosione a Tunguskaproblemi seri a mantenersi sulle rotaie a causa dell’onda d’urto.
La luce scaturita dalla deflagrazione arrivò a Londra, dove pur essendo piena notte, si poteva leggere tranquillamente per il chiarore diffusosi.

Non si tratta di un caso isolato, infatti è stato calcolato che ogni 600 anni, possono ripetersi fenomeni simili in tutto il globo.

Leonid Kulik durante la spedizione del 1930 raccolse diverse testimonianze tra cui quella di Semen Semenov:
“Ero seduto in casa per far colazione nella fattoria di Vanavar, volta a nord. […] D’improvviso vidi che proprio verso nord, sopra la strada per Tunguska di Onkoul, il cielo si era diviso in due e il fuoco appariva in alto e si estendeva sopra la foresta. La spaccatura in cielo si allargò, e tutta la parte nord si coprì di fuoco. In quel momento diventai caldo in maniera insopportabile, come se la mia camicia andasse in fiamme; da nord, dove c’era il fuoco, arrivava un gran calore. “
Esplosione atomica, simile a quella avvenuta a Tunguska - "Il cielo diviso in due..."
“Volevo togliermi la camicia e buttarla via, ma poi il cielo si richiuse, e si udì un gran boato, e fui scaraventato per qualche metro. Per un attimo persi i sensi, ma dopo mia moglie uscì fuori e mi accompagnò in casa. Dopo di ciò, arrivò un tal fragore, come di rocce che cadevano o di cannoni che sparavano, e la terra tremò, e quando ero a terra, abbassai la testa, nel timore di venire colpito dalle rocce. Quando il cielo si aprì, un vento caldo corse tra le case, come sparato da cannoni, lasciando la traccia del suo percorso sulla terra, e danneggiò alcune coltivazioni. Dopo ci accorgemmo che molte finestre erano in frantumi…”
–    questi sono stralci tratti dal suo lungo racconto. –
Fonte     http://www.disinformazione.it/tunguska.htm

In molti punti, la testimonianza è molto simile ai racconti dei sopravvissuti di Hiroshima. Possibile che il fenomeno sia risultato di un’esplosione causata da una nuova arma? Curiosa la teoria che Tunguska venga collegata agli esperimenti di Tesla che nello stesso periodo stava lavorando al “raggio della morte”.
http://www.edicolaweb.net/tesla46g.htm
Tesla, vita e misteri di un genio che alcuni collegano a Tunguska
Dal 30 Giugno del 1908, è trascorso un secolo, ma a nulla hanno  portato studi e spedizioni, in cerca di una di una spiegazione a quell’evento.
Le supposizioni sono tante, dalle più fantasiose e stravaganti di appartenenti a vari gruppi o culti, alle teorie scientifiche che spesso sono ancora più assurde delle precedenti.

Ultima teoria, anche se spacciata per “unica” spiegazione possibile, parla di un impatto con il “cuore di ghiaccio” di una cometa.
http://www.newsfood.com/q/7997bdcc/tunguska-il-mistero-e-forse-alla-fine/

Sintesi: il Mistero di Tunguska, è ancora tale a cui al “cuore di ghiaccio” di una cometa, si aggiungono Tesla, gli Ufo, l’Ira divina, … ma tutti insieme sembrano essere solo parte del puzzle di una verità per ora ancora sconosciuta.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.