FINE del MONDO … in attesa ….. !

Sembra cercata, attesa, prevista, ... forse troppo!!!

0 138

Alla fine di ogni anno si ripete la trafila di messaggi ed immagini che evocano una fine catastrofica per la Terra e gran parte di quelli che ci stanno sopra. In attesa della Fine del Mondo vi racconto …

(agg.ato) Mercoledì 16 ottobre ’19  h13.49.

16 ottobre 2019

La predetta FINE del MONDO è “prevista”  da qundo al mondo sono nati esseri pensanti di razza umana. Cercando nella storia si trova testimonianza in scritti o disegni che l’Apocalisse  è un “tarlo” atavico. In base a questa paranoia, accade che alcuni compiano azioni e scelte folli.

Esempio lo trovate nell’articolo seguente

https://www.corriere.it/esteri/19_ottobre_15/olanda-famiglia-9-anni-viveva-cantina-aspettando-fine-mondo-6d11b414-ef65-11e9-9951-ede310167127.shtml

Per nove anni sono rimasti chiusi in uno scantinato attendendo la fine del mondo che, fortunatamente, non è mai arrivata: così è vissuta una intera famiglia in una località isolata del centro dell’Olanda. Questo fino a quando il figlio più grande, venticinquenne, non ha lasciato l’abitazione ed è comparso nel pub del villaggio più vicino raccontando confusamente i dettagli della vicenda su cui la polizia sta ora indagando.

Da nove anni «aspettavano la fine del mondo», chiusi nello scantinato della loro fattoria. A scoprire un gruppo di sette persone — un 58enne e sei ragazzi tra i 16 e i 25 anni — che viveva recluso e nascosto in una remota fattoria della provincia di Drenthe, in Olanda, è stata la polizia. Gli agenti sono intervenuti su segnalazione di un proprietario di un bar del vicino villaggio di Ruinerwold, dove si è presentato il maggiore dei ragazzi chiedendo aiuto e raccontando la vicenda, come riferiscono i media olandesi.

Il ragazzo «aveva capelli lunghi, una barba sporca, vecchi vestiti e un’aria confusa. Parlava in modo infantile», ha raccontato in televisione il proprietario del bar. Dopo aver chiesto una birra, il giovane ha detto che viveva rinchiuso da nove anni con i fratelli e le sorelle, nessuno registrato all’anagrafe, aggiungendo che era il maggiore e voleva mettere fine a tutto questo. Il barista ha subito chiamato la polizia che ha perquisito la fattoria, isolata, e ha trovato una scala nascosta dietro a una credenza che conduceva allo scantinato.

Il proprietario dell’edificio ha rifiutato qualsiasi collaborazione con l’inchiesta. Non è chiaro quale sia il suo rapporto con la famiglia.

Il barista del pub racconta: –
. “La prima volta l’ho mandato via, ma è tornato qualche giorno dopo. Ordinò cinque birre e le bevve. Poi ho avuto una conversazione con lui. Ha ammesso di essere fuggito e di aver bisogno di aiuto. Abbiamo quindi chiamato la polizia “, afferma Chris Westerbeek, proprietario del caffè.

La polizia sta indagando tenendo aperti tutti gli scenari su ciò che è accaduto in quella casa. Per i 6 ragazzi (tra i 16 ei 25 anni), ora c’è “cura e attenzione”, ha detto la polizia. RTV Drenthe riferisce che la famiglia non aveva alcun contatto con il mondo esterno e sarebbe stata completamente autosufficiente grazie ad un orto e una capra.

“I bambini non sapevano che esistessero altre persone”

Un uomo è stato arrestato vicino alla casa, si è rifiutato di collaborare con la polizia. La polizia non può dire nulla sull’identità di un uomo di 58 anni, sebbene il sindaco Roger De Groot abbia dichiarato durante una conferenza stampa che non è il padre dei ragazzi,ma sarebbe l’inquilino della proprietà. Si dice che il padre fosse a letto da quando aveva un’emorragia cerebrale.

De Groot, il sindaco, parla di “spazi abitativi arredati provvisoriamente in cui la famiglia conduceva un’esistenza ritirata”. I ragazzi non risultano al registro civile

I membri della famiglia sono ora alloggiati in un luogo sicuro

Un vicino pensava che solo un uomo vivesse nella fattoria, i bambini non erano mai stati visti in questi 9 anni.

I ragazzi non avrebbero avuto idea che ci fossero altre persone al mondo. Solo poche oche e un cane stavano camminando per i terreni.

La madre della famiglia è morta da più di nove anni. Il padre si trasferì nella fattoria con i suoi figli dopo la morte della madre. Non ci sono indicazioni che la madre sia stata sepolta nel giardino, come precedentemente riportato come una possibilità.

Ruinerwold è un villaggio di circa 4.000 abitanti nel sud-ovest di Drenthe. La famiglia viveva un po ‘fuori dal villaggio, nella frazione di Berghuizen. Vi abitano meno di 200 persone.

De Groot, il sindaco, parla di “spazi abitativi arredati provvisoriamente in cui la famiglia conduceva un’esistenza ritirata”. I ragazzi non risultano al registro civile

Un vicino pensava che solo un uomo vivesse nella fattoria, i bambini non erano mai stati visti in questi 9 anni.
I ragazzi non avrebbero avuto idea che ci fossero altre persone al mondo. Solo poche oche e un cane stavano camminando per i terreni.

La madre della famiglia è morta da più di nove anni. Il padre si trasferì nella fattoria con i suoi figli dopo la morte della madre. Non ci sono indicazioni che la madre sia stata sepolta nel giardino, come precedentemente riportato come una possibilità.

Ruinerwold è un villaggio di circa 4.000 abitanti nel sud-ovest di Drenthe. La famiglia viveva un po ‘fuori dal villaggio, nella frazione di Berghuizen. Vi abitano meno di 200 persone.

La famiglia viveva in una fattoria a poca distanza dalla strada. Un piccolo ponte conduce ad esso, la fattoria è raggiungibile solo attraverso una strada non asfaltata. Il cortile sembra disordinato da lontano. C’è un enorme orto nel alle spalle della casa ed anche molte tettoie. L’area circostante la residenza è ora chiusa dalla polizia.

Il proprietario “non sapeva niente”

L’edificio è a nome della moglie di un importante residente di Ruinerwold, Klaas Rooze. Tra le altre cose, è presidente del VVD nel comune di De Wolden e lo scorso anno è stato anche insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine di Oranje Nassau. Tuttavia, questa famiglia non sa nulla. Hanno solo affittato l’edificio. “Siamo senza parole che qualcosa di simile è successo a casa nostra”, dice la moglie Alida Rooze.

“Non sapevamo nulla. Abbiamo affittato questo edificio a una persona per un certo numero di anni, ma ora leggiamo sui media che apparentemente c’era ancora un uomo con bambini. Non abbiamo idea di chi siano. ”

I vicini sono sconvolti dalle notizie. “Sto tremando sulle gambe”, dice il vicino della fattoria dove è stata trovata la famiglia. “Ho sempre visto solo un uomo lì. Era lì ogni giorno. Ma non so nulla dei bambini, ora ragazzi che dovranno imparare a vivere … ”

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.