Tsunami nel Tirreno. 12 Luglio 2012 il mare si “ritira”…

0 181

    LIVORNO – Giovedì, 12 Luglio h.9.30.
Improvvisamente il mare si ritira dalla spiaggia; la sabbia bagnata emerge dall’acqua anche per 30-40 metri; il moto ondoso si fa più forte; piccole onde si alternano ad altre sempre più alte, sino ad oltre un metro di altezza.
Il fenomeno si ripete a distanza di 4-5 minuti dalla Liguria  alla Sicilia.
                                     {loadposition promo_contenuti}
 
Quanto sopra descritto  è durato per più di 3 ore.  
Molti bagnanti l’hanno fotografato; le testimonianze arrivano  dalle coste di Crotone, Napoli, Nettuno, Gaeta e Sperlonga, Latina, … risalendo sino a La Spezia.
Una decina le segnalazioni giunte al sito dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv): molte, invece, le chiamate alle capitanerie di porto interessate da quello che gli esperti hanno già ribattezzato lo "tsunami like".

La Protezione civile non ha diramato comunicati di allerta, nessuno ha detto ai bagnanti di abbandonare la spiaggia, tv e giornali non ne hanno parlato, solo a livello locale.
Sembra  che questa decisione sia stata presa "per non creare ripercussioni sulla stagione balneare in corso".
Questo protocollo "di silenzio" è stato mantenuto mentre i mareografi dell’Ispra (Istituto per la protezione e le ricerche ambientali), si erano attivati segnalando il moto ondoso da Palermo fino a La Spezia.

A 24 ore di distanza dal fatto, è iniziato il deleterio ping-pong sulle spiegazioni da dare ai cittadini:
– è stata la frana avvenuta all’isola di Ponza per alcune scosse telluriche;
–  effetto marea, anche se quei moti ondosi durano più ore e dipendono dall’attrazione gravitazionale della luna.
– influsso di una perturbazione atmosferica di origine nord-africana; …
 
   Silvano Meroi, direttore del settore Rischi naturali della Protezione civile, ha dichiarato: – "… la stazione mareografica di Anzio ha registrato un moto ondoso anomalo che si è sovrapposto ad uno di marea: complessivamente la variazione del livello del mare è stata di circa cinquanta centimetri, dei quali una trentina sono attribuibili all’anomalia. Ora vorremmo comprendere con esattezza perché si è verificato questo fenomeno".
Sintesi: gli esperti non sanno cosa e perché è successo giovedì mattina al mare.
                             
                              {loadposition promo_contenuti}

http://www.ilmessaggero.it/
http://www.latinatoday.it/
http://www.cronacalive.it/
http://www.ilmessaggero.it/p

 Interessanti alcune testimonianze di addetti ai lavori, per giustificare quanto è accaduto e le decisioni prese in merito.
… " Il Capo Servizio Operativo della Capitaneria di Porto di Gaeta, Marco Guzzon, ci ha confermato quanto accaduto, spiegando però che “non è stato nulla di grave. E’ stata una piccola onda isolata, che è entrata in spiaggia per qualche metro oltre la battigia. Nulla di particolare. S’è verificato solo sulla spiaggia di Sant’Agostino, quella esposta a ovest, la più occidentale, e non sulle altre zone del nostro comprensorio. Siamo in allerta e stiamo monitorando da due giorni quello che succede, ma è tutto regolare“.
http://www.meteoweb.eu/

Se si è trattato solo di "una piccola onda isolata", "Nulla di particolare",… PERCHè sono "in allerta e stanno  monitorando da due giorni" ???

In – Previsioni Luglio-Agosto 2012 (in questo sito):
– "… Il Mar Mediterraneo ed i paesi che si affacciano ad esso sarà teatro di eventi eccezionali, i quali ci auguriamo siano solo spettacolo estivo fuori programma, per turisti e abitanti. …"
http://www.gazzettinodellamagia.it/
   Che ruolo hanno i vulcani sottomarini tra cui il Marsili, che sembrano risveglarsi dalla lunga inattività, lanciando diversi segnali quali scosse sismiche, emissione di gas,… più frequenti negli ultimi mesi?

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.