Stonehenge: cerchio gemello e “cugini”! Mistero e Magia delle Pietre

0 292

Nuovo Stonehenge dalle pietre bluIl sito (Stonehenge), più conosciuto si trova a Amesbury nello Wiltshire, Inghilterra, a 13 chilometri a nord-ovest di Salisbury.
Un cerchio (gemello), costituito da un circolo di pietre (azzurre), è stato scoperto a poca distanza, dal monumento preistorico più famoso al mondo ed è stato chiamato Bluestonehenge (pietre azzurre – sospese).  
Alcuni ricercatori italiani hanno scoperto una nuova Stonehenge in Tunisia.                              {loadposition promo_contenuti}

Il primo Stonehenge, è un sito neolitico,  composto da un insieme circolare di grosse pietre erette, conosciute come megaliti.
Gli archeologi ritengono sia stato costruito tra il 2500 a.C. e il 2000 a.C..
E’ meta di turismo di massa, oltre ad essere visita obbligata per seguaci del Celtismo, della Wicca e di altre religioni neopagane,

Il gemello Bluestonehenge è situato sulla riva del fiume Avon, risalente al 3.000 a.C., aveva 25 massi posti in formazione circolare.
Il cerchio era formato da pietre blu, le bluestones, massi di dolerite (roccia vulcanica dai riflessi bluastri) alti quasi due metri e pesanti fino a 4 tonnellate ciascuno. Quelle che oggi si vedono a Stonehenge e che furono portate dalle Preseli Mountains nel Galles con un viaggio di oltre 350 chilometri. 
 
E’ stato ipotizzato, che Bluestonehenge, dopo 500 anni fu smantellato, le sue pietre portate a Stonehenge e unite alle altre nella composizione di 80 pietre che noi oggi vediamo.Gli scavi nel sito di Blue Stonehenge
http://viaggi.repubblica.it/

Non molte persone sanno che Stonehenge è stato per centinaia d’anni il più grande cimitero d’Inghilterra. Si suppone che nel sito appena scoperto, le persone venivano cremate, e che in seguito le loro ceneri fossero bruciate attorno alle pietre di Stonehenge.
http://www.tgcom.mediaset.it/

Le idee su cosa rappresentino questi luoghi e le loro pietre, sono molte: orologio solare; osservatorio astronomico; luogo magico dove si celebravano riti sacrificali; pista   di atterraggio per astronavi aliene; complesso destinato al rito funebre per gli antenati;… La realtà conferma, che ancora non ci sono certezze su quale ruolo avessero questi luoghi, nella vita degli uomini preistorici.  
http://www.adnkronos.com/

E’ opera di Ricercatori italiani, studiosi dell’università dell’Aquila, l’enorme (per dimensioni e rilevanza storica), scoperta del monumento megalitico (“cugini”), l’unico di queste dimensioni rinvenuto in Africa.

Siti simili a Stonehenge scoperti in varie parti del Mondo“Gli studiosi dovevano svolgere un sopralluogo in alcuni siti descritti da Sallustio nel Bellum Jugurthinum (il libro che racconta la guerra contro Giugurta, combattuta dai Romani fra il 111 e il 105 a.C.) e mentre stavano esaminando alcune vestigia d’epoca romana sono cominciate ad apparire tracce di insediamenti molto più antichi, di età compresa tra il Paleolitico superiore e l’età del Bronzo (4.000 – 2.000 anni prima di Cristo), fino a che non è venuto alla luce un vasto insediamento megalitico.

                   {loadposition promo_contenuti}   
 
Sono emersi diciotto dolmen, costituiti da massi di tre tonnellate e circondati da mura megalitiche, circoli di pietra a significato rituale e, soprattutto, un imponente osservatorio astronomico formato da una trentina di elementi lapidei megalitici e orientato esattamente est-ovest.”
In Tunisia esiste solo un altro dolmen, in prossimità della città romana Dugga.
http://www.ilpiave.it/

Nel vecchio continente esistono vari cerchi neolitici analoghi a Stonehenge e datati approssimativamente nella stessa epoca. Tra di essi vi è il cosiddetto Cerchio di Brodgar nella Scozia settentrionale. Un sito circolare simile, ma risalente a circa il 7000 a.C., si trova a Goseck nella Sassonia-Anhalt in Germania.
http://it.wikipedia.org/wiki/Stonehenge

Il mistero aumenta, la fantasia galoppa, il caos avanza,… Una dei mitici massi di Sonehenge "Il Tallone"
rimane il fascino di quelle pietre, della loro storia non ancora raccontata,…
degli avi che nel loro tempo, hanno trascinato massi enormi per chilometri, li hanno sollevati da terra (non si sa ancora come), spesso la loro collocazione coincideva con fasi lunari o solari, o riproducevano costellazioni che ancora noi, millenni dopo, abbiamo difficoltà ad individuare.

Prima di noi quelle pietre sono state toccate, sfiorate, usate o adorate,… per chi o per cosa, rimane un mistero, ma passa in secondo piano, di fronte alla Magia da loro scaturita e dall’atmosfera dei paesaggi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.