Omicidio Impunito – quando si Ammazza la Speranza di Giustizia

0 292

Troppi assassini liberi. Troppe sentenze “balorde”. Tante Vittime a cui è stato tolto l’ultimo barlume di Speranza. Non è la Giustizia ad essere fallosa, ma chi la “interpreta” e la gestisce senza un minimo di Buon Senso creando un nuovo Omicidio Impunito

(agg.ato) Domenica 3 giugno ’18  h 08.55
.

3 giugno 2018

.

Il più noto omicidio “seriale”, che ha sconvolto alcuni, incuriosito ed appassionato altri per decenni, è il tristemente famoso caso del MOSTRO di FIRENZE

.    Il Mostro di Firenze è forse il serial killer più cruento della storia italiana e tutt’oggi la sua vera identità rimane ancora un mistero nonostante siano molte le persone che sono state arrestate.

.

_______________

31  marzo 2018

Vittima; Annalaura Pedron, 21 anni, babysitter

Assassino: David Rosset, 14 anni, mini “maschio” respinto

Pordenone – 2 febbraio 1988.

Per i periti del collegio Rosset non è imputabile. I giudici, tuttavia, considerano il contrario anche se mancano «evidenze scientifiche che consentano di provarlo a vent’anni di distanza». Il 2 febbraio 1988 «David aveva raggiunto uno sviluppo complessivo tale da consentirgli di scegliere se compiere o meno l’azione contestatagli».

cioè Era in grado di intendere e volere!!! Nuovo omicidio impunito sentenziato

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2012/07/15/news/omicidio-pedron-le-motivazioni-i-magistrati-le-prove-portavano-a-rosset-1.5408928

. La sentenza, riuscì a non convincere né la difesa di Rosset che si aspettava una assoluzione nel merito né l’accusa che aveva chiesto la condanna a ventiquattro anni, destò stupore l’atteggiamento dell’imputato: mai fu presente in aula e mai prese posizione sulla drammatica vicenda. Il caso della povera Annalaura Pedron a oggi è irrisolto, anche se rimane assolutamente surreale.

David Rosset, infatti, non è stato considerato colpevole ma nemmeno innocente, e almeno una cosa si è appurata con assoluta certezza grazie al sangue trovato sulla vittima e al test del Dna: la sua presenza il giorno del delitto nell’appartamento. Da qui l’accorato appello della famiglia Pedron (padre, madre e sorella di Annalaura) di arrivare ad ottenere sia giustizia che una parola da parte di chi, David Rosset, fu di certo accanto alla figlia negli ultimi attimi di vita.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2012/07/15/news/omicidio-pedron-le-motivazioni-i-magistrati-le-prove-portavano-a-rosset-1.5408928

L’omicidio della baby sitter impunito a norma di legge

Annalaura Pedron fu ammazzata a Pordenone nella casa dove accudiva un bimbo. Dopo 20 anni si è scoperto l’assassino assolto però perché incapace di intendere e volere

Se era incapace di intendere e volere, al tempo dei fatti, significa che il cervello ha fatto Tilt, chi certifica che ora è ristabilito/guarito ?

Chi controlla e sopratutto previene nuovi episodi criminalio difende eventuali potenziali vittime ?

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.