“Oltre” la Criminale Stupidità di alcuni Esperti (Medici)

0 317

Il Virus dell’Onnipotenza ha contagiato miliaia di Esperti (scienziati, medici, …) che hanno decretato Morte a Miliaia di persone. Ma nessuno vuole sollevare “polvere e pantano” avendo paura di sporcarsi.

(agg.ato) Lunedì 8 aprile ’19  h13.11

.

8 aprile 2019

La nonna ha partorito la nipote!!! In Nebraska, una bambina concepita in vitro per conto del figlio gay Matthew, sposato con un altro gay, Elliott Dougherty. .

Matthew aveva perso il lavoro di insegnante in una scuola cattolica quando aveva deciso di sposare Elliott, un barbiere. A Omaha adottare un bambino è per una coppia gay un obiettivo irraggiungibile e così i due avevano deciso di ricorrere alla fecondazione in vitro. Matthew avrebbe fornito il materiale genetico maschile e la sorella di Elliott, Lea Yribe, avrebbe donato qualche ovulo. La madre di Matthew si era offerta di portare a termine la gravidanza nel proprio utero, nonostante l’età apparentemente troppo avanzata. – Esperti, medici, professori, … non vi sembra di aver esagerato? Accantonando gay figlio e relativo marito-moglie, si aggiungono nonna e zia mamma!!! Povera bambina al meglio è garantita una crisi di identità, in peggio pazzia e malattie genetiche.

http://www.meteoweb.eu/2019/04/nonna-surrogata-61-anni-partorisce-bimba-figlio-gay/1247109/

___________________

16 marzo 2018

… In ospedale, i medici (gli Esperti) pensano, deducono e sentenziano che Daniela, avendo appena partorito, abbia una specie di crisi isterica post parto. La prendono in giro. Le dicono che è nervosa, che deve calmarsi. Per fare una tac, ci vogliono forti e decisi “vaffa” di Cesare che a sua volta viene deriso, come neo papà, troppo emozionato e non obiettivo.

Si spreca oltre un’ora e mezza prima di accordare una Tac. Il responso sarà da brividi:  è una embolia post parto, un ictus. Daniela entra in coma, ci resta 20 giorni. Quando si sveglia, non ricorda nulla, molte parti del corpo sono bloccate. Non riconosce il compagno/marito e tantomeno la figlia Mia

.Esperti/medici di pronto soccorso che fanno diagnosi basandosi su loro idee, crisi psicologica post parto o in alternativa una lite col compagno/marito. Escludendo a priori altre cause. Daniela poteva lasciarci le penne se non ci fosse stato Cesare che ha rotto le palle ai due medici perchè facessero una tac!

Quante persone sono morte non avendo un rompi palle vicino?

. Teoricamente Daniela era condannata a rimanere disabile. Ma sono stati marito, sorelle,  ed altri Esperti Veri che hanno riportato Daniela alla vita

.

 

 

 

 

 

 

 

 

.    Cesare racconta al Corriere della Sera il primo sorriso dopo l’uscita dal coma. E’ un qualcosa di cui ora si può ridere ma che in quel momento deve essere stato drammatico. “Sono entrato in stanza e le ho detto buongiorno amore mio – ricorda Bocci – e lei mi ha risposto: Buongiorno Luigi”. Luigi, il nome del fidanzato di Daniela quando aveva sedici anni. Di momenti così ce ne sono tanti. Cesare ricorda di averle portato una foto della figlia Mia. “Bello questo bambino, di chi è?”, la risposta di Daniela.

http://leultime20.it/cesare-bocci-e-daniela-spada-sempre-insieme-contro-la-malattia/ http://leultime20.it/cesare-bocci-e-daniela-spada-sempre-insieme-contro-la-malattia/

 

 

SINTESI:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.