Marco Pantani Il Campione sconfitto dal Dio denaro e giustizia “fallata”

0 181

Marco Pantani: giustizia “fallata” ha distrutto il Campione prima, non riuscendo nel criminale intento lo ha ammazzato!

(agg.ato) Mercoledì 9 ottobre ’19  h 07.47.

9 ottobre 2019

Afferma lo spacciatore di Pantani

“Marco non è morto per cocaina. Marco è stato ucciso. Magari chi l’ha ucciso non voleva farlo, ma è stato ucciso. Non so perché all’epoca giudici, polizia e carabinieri non siano andati a fondo. Hanno detto che Marco era in preda del delirio per gli stupefacenti, ma io sono convinto che Marco,quando è stato ucciso, era lucido. Marco è stato al Touring, ha consumato lì e quando è ritornato allo Chalet (il Residence Le Rose, ndr.) Marco era lucido”.

https://www.tgcom24.mediaset.it/televisione/a-le-iene-show-parla-lo-spacciatore-di-pantani-marco-stato-ucciso_9512668-201902a.shtml

___________________

27 settembre 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti sanno e sapevano ma non si possono contrastare indagini, inchieste e conclusioni gestite in quel periodo, perchè si metterebbe in crisi il “sistema”. Migliore la soluzione di archiviazione, facile e comoda per TUTTI!

Nessun “nuovo elemento” e una prospettata “alterazione della scena del crimine” fatta “non si sa bene da chi, né quando, né come”. Così Elisabetta Melotti, procuratrice della Repubblica presso il Tribunale di Rimini in audizione davanti alla Commissione parlamentare antimafia, ha risposto alla tesi sulla morte del ciclista Marco Pantani, presentata lo scorso aprile da Umberto Rapetto, consulente della famiglia e già generale di brigata della Guardia di Finanza.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/09/26/morte-pantani-procuratrice-rimini-nessun-nuovo-elemento-ipotesi-criminalita-non-ce-collegamento-tra-il-1999-e-il-2004/5479850/

___________________________

17 aprile 2019

Marco Pantani è stato un ciclista su strada italiano. Professionista dal 1992 al 2003, considerato tra i più forti campioni nazionali di sempre, ottenne in tutto 46 vittorie. Nato il 13 gennaio 1970 a Cesena e morì in circostanze ancora da chiarire oggi (15 anni dopo), a Rimini il 14 febbraio 2004

“quando è morto non era solo”
Marco Pantani, nuove clamorose rivelazioni in Parlamento sulla morte del Pirata

http://www.meteoweb.eu/2019/04/pantani-testimonianze-agghiaccianti-in-commissione-antimafia-sulla-morte-del-pirata-quando-e-morto-non-era-solo/1251063/

Il generale di brigata della Guardia di finanza insieme all’avvocato Cocco ha consegnato un dossier di 56 pagine per chiedere una nuova inchiesta. In audizione ricostruisce tutte le ambiguità emerse in questi anni sulla morte del ciclista il 14 febbraio 2004: “L’accesso dal garage che era fuori controllo”, “il buco nel controsoffitto”, “il braccio spostato”. E poi i sospetti di un legame tra la sua squalifica per doping al Giro ’99 e la criminalità organizzata

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.