“Io Devo Punirti perchè … !” – Violenza, Crudeltà, Egoismo, …! Maschi Bestie?

0 383

  Amore Malato o Violenza consapevole? Forza bruta o Debolezza patologica? Da incarcerare e “buttare via la chiave” o da curare in psichiatria?
Comunque da isolare dalla società, allontanare dalla vita quotidiana, rendere in ogni modo inoffensivi (NON in grado di Nuocere).

   (agg.ato) Giovedì 14 marzo ’19  h 08.47

.

14 marzo 2019

Primi danni della sentenza precedente emersa il 3 marzo. Tempesta Emotiva prima ora Gelosia giustificata. Delitto d’onore ripristinato!!!

Omicidio giudtificato causa nuove sentenze

Omicidio Angela Coello Reyes in via Fillak, motivazioni condanna a 16 anni per il marito: «Lei lo illuse»
„ncesso a Gamboa le attenuanti generiche riferendosi a un «misto di rabbia e di disperazione, profonda delusione e risentimento» che avrebbero spinto il 52enne a colpire ripetutamente al petto con un coltello la moglie Angela. Il giudice ha fatto riferimento al comportamento della donna: «Non ha agito sotto la spinta di un moto di gelosia fine a sé stesso – recita la sentenza – per l’incapacità di accettare che la moglie potesse preferirgli un altro uomo, ma come reazione al comportamento della donna, del tutto incoerente e contraddittorio, che l’ha illuso e disilluso nello stesso tempo».“

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/genova-uccide-la-compagna-pena-dimezzata-perche-illuso-_3196653-201902a.shtml

________________

3 marzo 2019

Riccione (Rimini –  Un femminicidio, quello di Olga Matei, che a novembre la Corte d’assise d’appello di Bologna aveva chiuso con 16 anni di carcere, contro i 30 inflitti in primo grado. Ora sono arrivate le motivazioni e si scopre che sullo sconto che ha dimezzato la pena ha pesato anche e soprattutto una ‘attenuante’: «una soverchiante tempesta emotiva e passionale».

Omicidio, crudo, violento, fatto con determinazione, ma dalle condanne ridotte perchè eseguito da persona stravolta da  Tempesta Emotiva

Notizia di oggi: un bastardo 54enne, ha ammazzato una donna 2 anni fa. condannato prima ad Ergastolo, poi a 30 anni, 24 anni in rito abbreviato, oggi (in realtà a novembre, ieri invece, sono state rese note le motivazioni)  giudice stabilisce che essendo durante l’omicidio, colpito da tempesta emotiva, riduce la pena a 16 anni. ATTENZIONE!!! Questo giudice ha creato un precedente che avvalora il delitto d’onore. Quanti saranno gli omicidi che seguiranno, con la sicurezza di farla franca?

Un raptus improvviso (?), un gesto non premeditato dettato dalla gelosia che lo aveva accecato. E’ morta per mano dell’uomo che frequentava da circa un mese e mezzo Olga Matei, la 50enne moldava trovata giovedì mattina a Riccione. L’omicida, Michele Castaldo residente a Cesena, ha tentato in seguito il suicidio e si trova ora piantonato in ospedale. Per lui si apriranno le porte del carcere Casetti di Rimini.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri i due si erano conosciuti da poco in un locale del centro di Riccione. La donna, commessa in un negozio di ottica, separata con una figlia, aveva iniziato a frequentare il nuovo amico, originario della provincia di Napoli ma da anni residente a Cesena. Gelosissimo e convinto che la 50enne intrattenesse un’altra relazione, le aveva spesso chiesto di verificare la cronologia delle chiamate del suo cellulare, ottenendo sempre un rifiuto. Mercoledì sera, dopo aver passato il pomeriggio insieme, l’uomo è ritornato da lei per un tentativo di chiarimento, finito male.

I Carabinieri sono risaliti al cesenate grazie ad una sua amica cartomante di Forlì. Alla donna lui si rivolgeva costantemente per consigli amorosi. Lei gli aveva sempre ripetuto di comportarsi bene e di avere fiducia, invitandolo al chiarimento con la sua compagna. L’allarme è scattato alle 7:45 di giovedì. Il cesenate aveva chiamato l’amica affermando di aver fatto una stupidaggine e di volerla fare finita. La donna aveva così avvisato i Carabinieri. L’uomo è stato trovato in stato di alterazione, completamente ubriaco. Aveva tentato il suicidio assumendo 10 buste di Aulin mischiate con alcool.

I militari avevano anche trovato una lettera destinata a sua figlia, piena di insulti rivolti alla ex moglie. “Ora raggiungo la mia Olga”, queste le ultime parole del messaggio. Con il nome della donna e la data di nascita fornita dall’amica cartomante, i militari si sono messi alla sua ricerca. Grazie all’ufficio immigrazione è stato possibile risalire alla vittima e scoprire così la tragedia consumatasi a Riccione.

“Le ha afferrato il collo con le mani e l’ha uccisa strangolandola come fosse una tenaglia. Conferma questa dinamica l’autopsia che è stata eseguita sul corpo di Olga Matei, la commessa 46enne di origini moldave ammazzata nel suo appartamento di Riccione dal compagno reo- confesso Michele Castaldo. L’uomo, elettricista cesenate, in un raptus di follia e gelosia le ha fratturato le cartilagini del collo, non accettando la decisione della 46enne di volerlo lasciare.

L’omicida ha dichiarato di averle anche somministrato un tranquillamente, si attendono i risultati dei test tossicologici nei prossimi giorni. Secondo l’esame autoptico, l’omicidio si conferma essere avvenuto attorno le 20 di mercoledì. Il Castaldo, che dopo aver ucciso la donna ha scritto ad una cartomante prima di consegnarsi, è ora ricoverato all’ospedale Infermi di Rimini nel reparto psichiatria.

Dopo un primo tentativo, si teme che il cesenate possa suicidarsi ed è piantonato 24 ore su 24 dalle forze dell’ordine. Al momento l’uomo pare essere in uno stato di shock, fonti ospedaliere confermano la sua continua volontà di farla finita. I medici hanno dovuto somministrargli una flebo di acqua e zucchero in quanto rifiuta di mangiare, in una sorta di sciopero della fame che può essere rivolto solo a se stesso. Intanto Riccione è colpita da questo ennesimo caso di femminicidio romagnolo, amici e colleghi piangono la donna ricordandola come una persona solare e piena di vita”.

L’uomo, con qualche precedente per lesioni ed aggressioni contro la persona, probabilmente l’ex moglie, è accusato di omicidio colposo. Secondo le ricostruzioni l’avrebbe strangolata a mani nude. Nulla sembrava lasciar presagire un epilogo così tragico. La vittima e l’assassino proprio domenica scorsa erano stati in gita in un parco divertimenti e il cesenate aveva anche conosciuto la figlia di 10 anni di lei. I Carabinieri nel ringraziare i cittadini che si sono attivati in questa triste occasione, ricordano di rivolgersi sempre alle forze dell’ordine quando si ravvisano situazioni così pesanti.

https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/emilia-romagna/rimini-uccise-una-donna-in-preda-a-una-tempesta-emotiva-pena-quasi-dimezzata_3194705-201902a.shtml

Leggi e regole applicati in modo sconclusionato, incoerente, dicasi meglio deficiente porta alla bara. Ma sembra che per ora nessuno voglia parlarne. Verificheremo se lunedì qualcuno si sveglia

_________________

14 giugno 2016

Ultimi giorni con giornali “trapuntati” da assassini, violenza, Morte. Episodi che vengono evidenziati con articoli “forti” nella descrizione delle violenze,, curiosità che amplificata aumenta vendita giornali o like, per poi svanire, scomparire, al cospetto di una notizia più importante o “stuzzicante”. Cinismo il mio? Non credo, semplice realtà.

Ragazza strangolata ed “arrostita” dall’ex fidanzato; marito che ammazza ex moglie  a coltellate; ex compagno affoga ex amica-amante;  ….

http://www.cottonbit.it/sassari-molesta-la-fidanzata-per-strada-lei-lo-denuncia-lui-la-massacra-a-sprangate-2687

http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/05/23/lei_gli_corregge_i_congiuntivi_lui_la_massacra_di_botte-68-499562.html

—————————————————————————————————————

Lunedì 03 Agosto ’15  h 09.15

I casi di femminicidio sono in crescita costante. Bestie violente, speso slade05so deboli, frustrate, attributi atrofizzati quanto il cervello!

http://www.repubblica.it/topics/news/femminicidio-34615720/

 

————————————————————————————
Domenica, 28 Luglio ’13

81 Donne assassinate negli ultimi 6 mesi da
uomini … mariti, amanti, fidanzati, …

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/articoli/1108744/femminicidi-in-6-mesi-81-vittime.shtml

Erano Mamme, Figlie, Nonne, Zie, … Donne che calzavano  quelle scarpe rosse,
ora sono Cadaveri !!!

———————————————————-
  Anno 2012.  sino ad oggi le morti di donne ammazzate da mariti, compagni, fidanzati o amanti, è di media 1 ogni 2 giorni, ed è un conto che cresce costantemente.

Nonostante i progressi a livello legislativo, atti al condannare ogni tipo di violenza sulle donne, il macabro conteggio non si ferma. Perché?
Non entro in merito a teorie psichiatriche, primo perché non ho le competenze professionali per controbattere dati e diagnosi, secondo la Realtà che io sento, vedo, percepisco, è troppo lontana dalle conclusioni proposte da medici, esperti, “Uomini” di chiesa, per intraprendere un confronto.

LE DONNE RACCONTANO
– LUI, mentre facevamo l’amore mi ha detto ” … Ti devo far male, Ti devo punire, perché sei stata Cattiva! … ( = lacerazioni alla vagina, graffi all’ano,…);

– LUI, non mi ha picchiato, mi ha solo spinto, mi ha dato un “calcetto”, ma perché Io l’ho provocato! ( = due costole rotte; un livido allo zigomo, altri lividi alla schiena e glutei,…);

– LUI,  si è “buttato su di Me”, Mi ha preso con la forza, Mi ha fatto male,… ma perché Io lo avevo provocato! ( = lividi alle braccia, alle cosce, ulcerazioni vaginali interne,… );

{loadposition promo_contenuti}

– Lui, mi ha dato una sberla perché mi ha visto parlare con il mio compagno di università. Ma io lo capisco, lui Mi ama troppo ed è geloso! ( = trauma facciale a causa della sberla, che in realtà era un pugno; escoriazioni alle ginocchia, a seguito della caduta, …);

– LUI, mi ha detto che se lo lascio mi Uccide, piuttosto che vedermi con un altro mi ammazza,… Ma questo lo dice solo perché mi ama! Non lo farebbe Mai veramente, Non lo dice sul serio,…! ( = una ferita di arma da taglio sul braccio, una distorsione alla caviglia, conseguenza della colluttazione, 5 punti alla mano , lacerazione cuoio capelluto in conseguenza a strattonamenti, strappo capelli , …); …

Queste sono solo un esempio delle assurdità, dette da donne che hanno subito violenza, ma vogliono giustificare il Carnefice.

25 Novembre 1960. Ojo de Agua (Santo Domingo), Sorelle Mirabal:
Patria (1924-…); Minerva (1926-…); Maria Teresa (1936-…); Torturate, Violentate, Massacrate,… TUTTE MORTE AMMAZZATE.

25  Novembre 2012. Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.
La morte di quelle 3 donne ha scosso le coscienze anche dei più distratti ed ha tolto il potere personale e politico, del mandante di quella carneficina.

La storia (in breve)
Il 25 novembre 1960 le sorelle Mirabal, Patria (36), Minerva (34), M. Teresa (24), mentre si stavano recando a far visita ai loro mariti in prigione, caddero in un’imboscata.

Agenti del Servizio di informazione militare, le catturarono e le condussero in un luogo appartato, lontano da occhi e orecchie indiscrete.

Furono torturate sadicamente , oltre ogni fantasia perversa, picchiate e strangolate. La violenza fisica è volutamente omessa in molti dei racconti dell’epoca.
In ultimo, sono state gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente.
L’assassinio delle sorelle Mirabal è ricordato come la strage che ha imposto il Cambiamento.
http://it.wikipedia.org/wiki/Giornata_internazionale_per_l%27eliminazione_della_violenza_contro_le_donne

” … Il 25 novembre 1960 Minerva e Maria Teresa decidono di far visita ai loro mariti, Manolo Tavarez Justo e Leandro Guzman, detenuti in carcere. Patria, la sorella maggiore, vuole accompagnarle anche se suo marito è rinchiuso in un altro carcere e contro le preghiere della madre che teme per lei e per i suoi tre figli. L’intuizione della madre si rivela esatta: le tre donne vengono prese in un’imboscata da agenti del servizio segreto militare, torturate e uccise. … ”
http://www.enciclopediadelledonne.it/index.php?azione=pagina&id=251

Le Donne della famiglia Mirabal erano state più volte minacciate, incarcerate, calunniate, molestate,… perché forti oppositrici del governo dell’epoca. Inoltre l’aggravante per i loro aguzzini, fu che erano Donne. A nulla valsero le loro denuncie, le loro proteste,… Le loro voci furono udite solo dopo la loro Morte.

Ora rimane il ricordo della loro vita e del massacro; la giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne; tante cerimonie; la loro effige sulle banconote; molte statue;…

In realtà non è cambiato molto dal 1960.
Il Maschio è in crisi di identità, spesso debole, immaturo, … situazione che sfoga compiendo atti di violenza.

Dede, la sorella superstite, ha dedicato la sua vita nel raccontare la storia della sua famiglia, la vita delle sorelle, le battaglie politiche intraprese, la loro tragica, fine oltre che allevare e crescere i loro figli.

Parla delle donne, con le donne, perchè le prime vittime sono coloro che non vogliono vedere o sentire, volutamente cieche e sorde, pronte a scusare il loro “maschio” (?), pur di non perderlo.

   Due maschi violenti recidivi, hanno preso a “martellate” la propria donna per ottenere ciò che volevano. Uno sembra volesse sesso, l’altro sembra a causa dell’alcool. E’ SUCCESSO OGGI!!!

    I FATTI
Roma – Martedì, 27 novembre 2012
– ” … Donna presa a martellate per sesso. Il compagno finisce in manette
L’ha chiusa in una baracca di Torre Maura perché non voleva avere rapporti intimi e ha iniziato a tormentarla armato di coltello.
Insieme nella vita, ma ogni volta che l’uomo beveva diventava violento. L’ultima volta è stato superato ogni limite. La vittima ha provato a fuggire ma non non c’è riuscita, solo l’intervento della Polizia ha evitato il peggio. … ” –
http://affaritaliani.libero.it/roma/donna-presa-a-martellate-il-compagno-finisce-in-manette-27112012.html?refresh_ce

Bolzano – Martedì 27 Novembre 2012
– ” … Martellate alla moglie finché non la riduce in fin di vita
Hanno litigato poi lui ha preso in mano un martello e ha iniziato a picchiare la moglie finché non l’ha ridotta in fin di vita. Una furia senza controllo che si è scatenata all’alba a Lutago, altoatesino della valle Aurina. A sferrare i colpi un uomo di 52 anni. …” –
http://www.gazzettino.it/nordest/bolzano/martellate_alla_moglie_finch_non_in_fin_di_vita_arrestato_un_uomo_di_62_anni/notizie/234343.shtml

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.