Profezie Hopi per il “Dopo” 2012. Il Segreto svelato.

0 169

  Viaggio nei secoli, quando il Tempo è Relativo come la Storia che conosciamo.
Il Popolo Hopi e la sua cultura sono sopravvissuti a guerre, genocidi, pestilenze, catastrofi naturali, … in loro sembra sia conservato il Grande Segreto del Nuovo Tempo.

 (agg.ato) Giovedì 7 febbraio ’19  h 12.33  

Il 2012 è stato fonte di ispirazione per tutti coloro che sono alla ricerca di una migliore comprensione della civiltà umana e della sua evoluzione. L’Umanità e Dio a confronto; conoscere e comprendere il Passato, per prevedere e premunirsi verso il Futuro.

Molte persone hanno iniziato a leggere le Sacre Scritture, le opere profetiche di Nostradamus, le profezie del Ragno Nero, la Cabala, la Monaca di Dresda, il libro biblico dell’Apocalisse, … alla ricerca di indizi per conoscere il Futuro in anticipo e quietare la PAURA DELL’IGNOTO

I libri antichi contengono molta saggezza, ma la loro interpretazione in questi tempi moderni, così frenetici, svolta da soggetti spesso superficiali, egocentrici, … pronti a mantenere le proprie idee, sostenute solo da ignoranza e mancanza di umiltà, rendono traduzioni ed interpretazioni, dubbie o soggette ad errore.

I significati del passato sono ovviamente diversi oggi, perché sono cambiati, riferimenti e priorità.
In molti casi, l’estinzione dei culti segreti, la soppressione spesso violenta, delle  società esoteriche,  di tutte quelle civiltà non conformi al Nuovo Mondo, ove la Religione e la Politica dovevano avere un solo dio, non l’Essere Divino, ma quello umano composto da Potere e Ricchezza, ha distrutto il Sapere di Millenni, lasciandoci nell’Oscurità della Non Conoscenza.

Il “Piano Hopi della Vita” è descritto dagli anziani della fazione Hopi Hotevilla come segue:
Quando il primo Hopi è giunto su “questa Terra” vi ha trovato solo il Creatore, che la occupava e vi viveva.
In seguito altri Hopi arrivarono in quella terra e chiesero al Creatore di essere il loro capo, ma lui si rifiutò. Egli disse loro di essere animati da cattivi impulsi e sarebbe ritornato solo dopo che avessero superato il percorso ove pensieri ed azioni cattive sarebbero state provate ed eliminate.
  Durante quel Tempo, molti Hopi sarebbero morti, vittime delle loro stesse azioni,  solo alla fine di tutto questo avrebbero nuovamente incontrato il Creatore e sarebbe diventato il Capo.

Una delle molte istruzioni date agli Hopi dal Creatore, ordinava che essi avrebbero dovuto migrare in tutto il continente e nel farlo, avrebbero dovuto lasciare scrittura e simboli, come prova che loro erano stati i primi abitanti di quelle terre.

Sarebbe poi giunto il tempo in cui un’altra razza avrebbe invaso quelle terre,  quelle scritte e quei disegni avrebbero dimostrato che erano di proprietà degli Hopi e che le curavano “in fiducia” per il Creatore. –

Lavan Martineau ha interpretato i (simboli) Petroglifi
Simbolo A rappresenta il Creatore
Le brevi linee verticali vicino a B la mano del Creatore, così rappresentano il popolo Hopi.
Il Creatore tiene nella mano sinistra il “progetto di vita”
Le due linee oblique sono i due percorsi, uno buono, uno cattivo.
Le lettere H in piedi sul sentiero falso rappresentano gli stessi malvagi. L’assenza di teste rappresenterebbe la punizione o la morte che i malvagi subiranno in conseguenza alle loro azioni.

La linea posta più in alto rappresenta il percorso fatto dai superbi, quello in basso è quello che conduce verso il Creatore.
Tre semi cerchi rappresentano tre grandi guerre o scuotimenti (terremoti?) che avverranno prima che la strada sia compiuta.
L’ultimo cerchio rappresenta la “guerra finale” di purificazione, in cui tutto il male sarà distrutto. …

La Storia del Popolo Hopi e dei suoi petroglifi è costellata di simboli e similitudini che svelano parte del Segreto
L’acconciatura delle donne, la spirale, il labirinto, … sono parte della Verità nascosta nei secoli sotto i cadaveri di tanti innocenti.

Questa acconciatura non è presente in nessuna cultura vicina alle terre degli Hopi, solo in alcune statuette e dipinti giapponesi ritroviamo i capelli raccolti in  due dischi laterali.
Le donne Hopi ancora oggi acconciano i capelli in questo modo così strano ed elaborato. Per arrivare al risultato che vedete nelle foto, le chiome delle donne vengono avvolte attorno ad un ferro, girando i capelli creando una spirale.

Il simbolo della spirale è più volte ripreso nei petroglifi Hopi, ed è un “segno” presente in tutto il Mondo. Perché? Popoli che non sono mai venuti in contatto, hanno criptato nel simbolo della spirale la storia del nostro passato

 

 


La Spirale è il simbolo presente in natura e fondamento della Vita.
Il  Labirinto è il principio della Spiritualità espresso in un Simbolo

” …  Appena partito, la Via ti porta subito vicinissimo alla meta.
Ti sembra di essere già arrivato, basta fare un salto e sei al centro del labirinto.
Ma il salto è impossibile. Devi seguire la Via. …”
http://utenti.quipo.it/base5/combinatoria/labirchartres.htm

    “Ricorda la partenza.
Assomiglia all’arrivo,
ma è tutt’altra cosa. “

 

 

  Ricorda la partenza.
Assomiglia all’arrivo,
ma è tutt’altra cosa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.