LE MEDUSE CI INVADONO. Cronaca e Leggende

0 126
  E’ una vera invasione! Una colonia di Meduse lunga 10 chilometri, sta navigando nel Mediterraneo. Un pilota ha avvistato la “macchia” anomala mentre era in volo ed inizialmente l’ha scambiata per una macchia d’olio. Il pilota ha avvisato la guardia costiera, ma quando è giunta sul posto una motovedetta, la sorpresa è stata notevole: non era olio, ma migliaia di meduse dirette verso le nostre coste.

{loadposition promo_contenuti}
 

    Gli “invaders” italiani sono conosciute come “barchetta di San Pietro”, innocue e poco urticanti, ma il numero considerevole allarma anche i più coraggiosi.
 

 Peggiore la situazione in Spagna, dove sono state avvistate decine di “caravelle portoghesi” (di origine oceanica), dal veleno insidioso; chi viene colpito dai suoi aculei, presenti sui tentacoli, rischia il collasso a causa del veleno che abbassa la pressione della vittima.                          (foto meteoweb)
 
La Stampa, quotidiano nazionale, riporta oggi questa notizia, che rischia di rendere difficile il tuffo ristoratore, nelle nostre acque.
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/ambiente/grubrica.asp?ID_blog=51&ID_articolo=1033&ID_sezione=76&sezione=Ambiente

LA LEGGENDA

La Medusa, nel passato aveva un guscio, ma il fato volle che …
C’era una volta … tanto, tanto, tempo fa …
Esisteva il Regno del Mare ed era governato da Rin Jin, ossia Re Drago del Mare. Il suo potere era immenso, come la bellezza del suo regno.
… Venne il giorno in cui decise di trovare moglie … Si sposò e per lungo tempo visse felice insieme alla sua compagna. La Regina era circondata da amore e mirabili tesori. …
Ma un brutto giorno, la Regina si ammalò.  … Solo una medicina poteva salvarla dalla morte, un fegato di scimmia viva che la Medusa, fedele suddito del Re Drago, fu incaricata di trovare e portare al dottore. La leggenda narra che la missione della Medusa, fallì miseramente e per questo fu punita dal Re che la privò del suo guscio e dopo averla fatta picchiare dai suoi soldati, la gettò in mare, condannandola per sempre al corpo molliccio che noi conosciamo.

Questa è una sintesi, ma la storia completa potrete leggerla cliccando nel link sottostante

http://www.ilbazardimari.net/leggende.html

  Altre leggende, narrano che la Medusa, in tempi lontani era una Fata, la quale si innamorò perdutamente di un principe, figlio del Re del Mare.
Il loro amore era impossibile perché Medusa non poteva vivere nell’acqua ed il Principe non poteva vivere sulla terra ferma, senza morirne. I genitori dei due innamorati, osteggiarono per lungo tempo il loro amore, ma impietositi dalla loro sofferenza decisero di aiutarli.
Si incontrarono tutti sulla spiaggia in una notte di Luna Piena. Il Re decise di farle il dono della vita in Acqua, ma la Magia rese la piccola Fata trasparente e leggera, tanto da essere trasportata dalle onde e facile preda per i nemici.
La Regina delle Fate, decise allora di donarle i colori del regno, ma anche dei tentacoli velenosi per difendersi.
 Da quella notte i due innamorati vagano per i Mari del Mondo, felici del loro sentimento ed accompagnati dai loro numerosi figli

                                  {loadposition promo_contenuti}  

     E’ per questo che le meduse possono essere mortali, ma guardate a dovuta distanza, destano meraviglia per la splendida bellezza.  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.