Miracolo a Carrara! La Madonna “comunica” guarigione al Parroco

0 381

    Denise Pucci 16 anni, “sembra” sia guarita dal morbo di Crohn dopo un ritiro spirituale nel Trentino.
“Mediatore” con le Divinità,in questo caso la Madonna, è Don Beppino Cò  parroco delle Valli di Zeri e guida spirituale dei fedeli aderenti al Rinnovamento Cattolico. Miracolo?

(agg.ato) Mercoledì 28 febbraio ’18  h 08.44
luglio  2012

Il prete si dichiara Testimone del “Miracolo” insieme ai genitori della ragazzina e altre persone della comunità; tutti attribuiscono la    guarigione alla nuova “vita” di Denise avvicinatasi alla fede, all’intercessione del parroco e all’operato Madonna.

I Fatti come “raccontati” dai protagonisti.
Nel 2010 Denise accusa forti dolori addominali, scariche di diarrea, disturbi di varia natura che la costringono a consultare diversi medici e sottoporsi ad esami clinici.

Una prima diagnosi risulta essere sbagliata ed i disturbi si acutizzano. Dopo alcuni sfortunati incontri, c’è chi le diagnostica una forma acuta di morbo di Crohn, Infiammazione dell’intestino. Malattia non letale ma cronica ed invasiva soprattutto nella vita di una sedicenne (diarrea, vomito, spossatezza,…)!
http://it.wikipedia.org/

Per  2 anni si sottopone a cure ed esami ma con risultati esigui se non nulli.
Il Miracolo arriva dopo l’incontro con Don Beppino Cò.
La ragazzina dopo 2 anni di vita “sregolata” sembra si sia avvicinata al movimento degli aderenti al Rinnovamento Cattolico dietro “spinta” della famiglia.

Genitori e conoscenti, parroco compreso, parlano di abbandono della  Chiesa e  contatto con delle “cattive compagnie”, fatti che sarebbero con-causa della comparsa della malattia.
Dopo diagnosi e ricoveri ospedalieri Denise entra in contatto con il “Carismatico” Don Beppino che sentenzia:  – “… Un male, frutto di un maleficio, a cui solo la fede avrebbe potuto porre rimedio! …”

   La “Terapia” cattolica prevede un lungo percorso di preghiera, visita ai santuari, ritiri spirituali,…
A Luglio Denise partecipa al ritiro di Pietralba (BZ); – “… durante la preghiera della  guarigione, al parroco è apparsa la Madonna vestita da contadina e munita di falce e lo ha rassicurato sul mio benessere.
Con quello strumento avrebbe tagliato alle radici il mio male, liberandomi dall’influsso demoniaco”. – afferma la ragazza.

La sera stessa (12 luglio ’12) alla presenza di altri “fedeli” ha emesso dalla bocca un liquido schiumoso bianco.
– … “Qualche giorno dopo stavo già meglio e la settimana successiva, il mio medico, il dottor Giorgio Zoli di Ferrara, ha ripetuto le consuete analisi”.  –
Il padre di Denise racconta: – … ” Il risultato ha lasciato a bocca aperta il medico, che classifica l’evento, come un Mistero! … ” –

Maggiori particolari li troverete nell’articolo segnalato. Nello stesso si dice che la ragazza insieme a coetanei, adulti e Don Beppino, abbia portato la sua testimonianza in mezzo ai bagnanti della spiaggia di Marina di Carrara.
http://iltirreno.gelocal.it/

Personale “Diagnosi”:
Premesso che rispetto ogni Credo o Fede ufficiale e Non, riconosciuta o meno dagli organi preposti (?)*, mi lasciano perplessa alcune affermazioni dei protagonisti: – “Don Cò ha detto che avevo un maleficio, lui me lo ha strappato!” –
–  “… Un male, frutto di un maleficio, a cui solo la fede avrebbe potuto porre rimedio! …” –

(?)* Chi  può giudicare quale Fede o Religione, sia legale, giusta, … e darle il patentino di Credibilità?

Nel racconto esposto dai protagonisti spesso si parla di Maleficio, come condanna perpetrata dal Maligno (Diavolo) ma condivisa da un Dio che lascia una ragazzina al suo destino per punirla di essersi allontana dal suo altare.

    I dubbi prevalgono: – Ma è mai possibile che il Diavolo si trastulla tormentando una ragazzina adolescente procurandogli la diarrea?

Da bambina mi avevano insegnato che il Diavolo era un Angelo caduto dal cielo o meglio scacciato perché aveva osato sfidare Dio.
E il Dio, così immensamente buono e giusto, può abbassarsi a tormentare un’adolescente ribelle mentre passa insensibile sopra i corpi di bambini trucidati (in tutto il Mondo!) anche in nome di una Fede?

Io non sono nè prete, nè medico quindi preferisco lasciar voce ad altri
Migliore sintesi del confronto tra Fede e Medicina nell’articolo che segue
http://iltirreno.gelocal.it/

Se una Fede ti insegna il Rispetto Universale (verso te tesso e chi ti circonda), vivere e stare bene con gli altri, … continua a seguire il tuo Credo, perché in questo caso  ci sarebbe ancora speranza di Salvezza per Tutti!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.