Suore di clausura “abbattono” il Silenzio.

0 58

    Nei giorni scorsi singolare richiesta è giunta al centralino del comune di Bergamo,  "speciali" le richiedenti essendo le suore di clausura del monastero Matris Domini: “Vorremmo poter firmare per i referendum …” .
 
                                    {loadposition promo_contenuti}

  Il Comune dopo il primo imbarazzo, non per le suore, ma per il referendum (raccolta firme) di cui nessuno o pochi sanno, ma che ha valicato le mura del convento, ha esaudito la richiesta,  mandando un funzionario per la raccolta delle firme.

    Le monache hanno confermato il fatto con una dichiarazione unica per tutte: – “Non vogliamo clamori, ci siamo informate, abbiamo discusso tra noi, valutato il da farsi e così abbiamo aderito a questa raccolta firme per i prossimi referendum”. –

 Il silenzio ha avvolto la campagna di informazione sulla raccolta firme per tagliare gli stipendi di deputati e senatori, ma la notizia ha varcato ugualmente il portone del monastero .
http://www.bergamonews.it/  
          
                       {loadposition promo_contenuti}            

Un proverbio dice: – " Il Diavolo fa le pentole, ma non i coperchi" in questo caso sembra gli siano scoppiate in mano (… le pentole), se la raccolta firme tanto osteggiata, oscurata, … è entrata anche dalle suore di clausura!

  A Roma molti soggetti protagonisti del referendum stanno cercando nuovi"Santi" a cui votarsi, sembra che quelli che hanno "pregato" fino ad oggi, non funzionano più!

"Referendum per tagliare indennità ai parlamentari.
      Si firma fino al 30 luglio
L’iniziativa popolare più misteriosa degli ultimi anni. Nessuno ne parla ma è tutto vero "        http://www.primadanoi.it/


 Non c’è diritto di critica per chi non esprime la propria opinione sostenendo la raccolta di firme e successivamente andando a votare. Chi Tace – Acconsente! – ma a Chi o Cosa?
  Sarebbe utile e doveroso informarsi, al di là di ogni "Credo"!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.