Nell’Antico Testamento Ufo, Astronavi, e “Turbine”

0 615

Rproduzione della visione di Ezechiele    Il Profeta EZECHIELE è presente nella Bibbia ove narra di apparizioni e “comunicati divini”.

   Ed è nel suo racconto che compare una parola stonata, strana, per l’epoca in cui è vissuto, “TURBINE”,
ed è quel termine che mi ha indotto a leggere le sue profezie.

                                       {loadposition promo_contenuti}

    Dalla sua narrazione ho estrapolato il paragrafo in cui sono inclusi i versi, a dir poco curiosi, che hanno attratto la mia attenzione.
Per chi volesse conoscere meglio Ezechiele suggeriamo http://it.wikipedia.org/wiki/Libro_di_Ezechiele

Narra il Profeta: …
10
1. Io guardavo ed ecco sul firmamento che stava sopra il capo dei cherubini vidi come una pietra di zaffiro e al di sopra appariva qualcosa che aveva la forma di un trono. Astronave nell'immaginario colletivo molto simile per colori e forma alla descrizione del profeta
(Pietra grezza - ZaffiroLo zaffiro è una pietra prevalentemente Blu ma dalle tante sfumature, tra cui anche metallica per la presenza di titanio e ferro. Colore e descrizione hanno molte similitudini con delle astronavi)

2. Disse all’uomo vestito di lino: "Va’ fra le ruote che sono sotto il cherubino e riempi il cavo delle mani dei carboni accesi che sono fra i cherubini e spargili sulla città". Egli vi andò mentre io lo seguivo con lo sguardo.
3. Ora i cherubini erano fermi a destra del tempio, quando l’uomo vi andò, e una nube riempiva il cortile interno.
(quali siano i “carboni” accesi da spargere sulla città, ed il perché, non è comprensibile, ma è singolare la descrizione della nube che riempie il cortile. L’immagine sembra descrivere il fumo prodotto da un tubo di scarico del velivolo)

4. La gloria del Signore si alzò sopra il cherubino verso la soglia del tempio e il tempio fu riempito dalla nube e il cortile fu pieno dello splendore della gloria del Signore.
5. Il fragore delle ali dei cherubini giungeva fino al cortile esterno, come la voce di Dio onnipotente quando parla.
(Il fragore/rumore, prodotto dal velivolo è forte, quanto potrebbe esserlo un motore di un aereo in decollo).

6. Appena ebbe dato all’uomo vestito di lino l’ordine di prendere il fuoco fra le ruote in mezzo ai cherubini, egli avanzò e si fermò vicino alla ruota.
7. Il cherubino tese la mano per prendere il fuoco che era fra i cherubini; ne prese e lo mise nel cavo delle mani dell’uomo vestito di lino, il quale lo prese e uscì.  
Il cherubino descritto da Ezechiele, somiglia molto ad un astronauta8. Io stavo guardando: i cherubini avevano sotto le ali la forma di una mano d’uomo.
(Sotto le ali delle mani, oppure sotto una tuta?)

9. Guardai ancora ed ecco che al fianco dei cherubini vi erano quattro ruote, una ruota al fianco di ciascun cherubino. Quelle ruote avevano l’aspetto del topazio.
10. Sembrava che tutte e quattro fossero di una medesima forma, come se una ruota fosse in mezzo all’altra.
11. Muovendosi, potevano andare nelle quattro direzioni senza voltarsi, perché si muovevano verso il lato dove era rivolta la testa, senza voltarsi durante il movimento.
12. Tutto il loro corpo, il dorso, le mani, le ali e le ruote erano pieni di occhi tutt’intorno; ognuno dei quattro aveva la propria ruota.
13. Io sentii che le ruote venivano chiamate "Turbine".
(singolari sono le ruote al fianco dei cherubini, la mobilità in tutte le Il colore del Topazio, direzioni, gli “occhi” che riempivano le ruote, il colore simile al topazio, …e le ruote che i cherubini chiamano turbine. Termine sconosciuto ad Ezechiele. La parola è usata solo in tempi recenti, per indicare un congegno utile per creare energia. http://it.wikipedia.org/wiki/Turbina

                  
                                  {loadposition promo_contenuti}

14. Ogni cherubino aveva quattro sembianze: la prima quella di cherubino, la seconda quella di uomo, la terza quella di leone e la quarta quella di aquila.
15. I cherubini si alzarono in alto: essi erano quegli esseri viventi che avevo visti al canale Chebàr.
16. Quando i cherubini si muovevano, anche le ruote avanzavano al loro fianco: quando i cherubini spiegavano le ali per sollevarsi da terra, le ruote non si allontanavano dal loro fianco;
17. quando si fermavano, anche le ruote si fermavano; quando si alzavano, anche le ruote si alzavano con loro perché lo spirito di quegli esseri era in loro.
18. La gloria del Signore uscì dalla soglia del tempio e si fermò sui cherubini.

19. I cherubini spiegarono le ali e si sollevarono da terra sotto i miei I cherubini si muovevano in ogni direzione, senza scomporre la loro figuraocchi; anche le ruote si alzarono con loro e si fermarono all’ingresso della porta orientale del tempio, mentre la gloria del Dio d’Israele era in alto su di loro.
20. Erano i medesimi esseri che io avevo visti sotto il Dio d’Israele lungo il canale Chebàr e riconobbi che erano cherubini.
21. Ciascuno aveva quattro aspetti e ciascuno quattro ali e qualcosa simile a mani d’uomo sotto le ali.
22. Il loro sembiante era il medesimo che avevo visto lungo il canale Chebàr. Ciascuno di loro procedeva di fronte a sé. …
Tratto da
http://www.liberliber.it

Le finestrelle dell'astronave, richiama "gli occhi"descritti da Ezechiele?Le Profezie di Ezechiele vengono collegate alla sua vita, all’esilio della sua gente, al castigo divino,… ect.
(Provate a disegnare quanto avete letto, anche in modo schematico, ma preciso, seguendo alla lettera la descrizione del profeta, rimarrete strabiliati dal risultato!)

Quanto da noi rilevato sono solo fantasie per gli amanti del Mistero? Possibili siano solo coincidenze, le tante similitudini con astronavi, tute spaziali, armi e decolli in verticale, come i velivoli ultramoderni?
Probabile, Possibile, …….. ma NON Certo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.